I giorni fertili ed il metodo del calendario

I ragionamenti che si possono fare sul calendario sono spesso approssimativi e frutto di troppi compromessi di calcolo per potersi adattare a tutte le donne; affiancare invece questo approccio agli altri metodi (muco cervicale e temperatura basale su tutti) può permettere una più corretta previsione dei giorni fertili.

Raccomando quindi di usare il seguente calcolatore come indicazione di massima, ma ricordo che una delle strategie più proficue per cercare di rimanere incinta è avere 3-4 rapporti alla settimana indipendentemente da calcoli o previsioni.

Istruzioni

  1. Inserire nelle caselle di testo le date degli ultimi due flussi mestruali (il giorno di inizio) e, per una maggior precisione, inserire anche le date di inizio dei precedenti 4 cicli mestruali (cliccando su "Aggiungi Data" per far comparire le altre caselle di testo).
  2. Cliccare su "Clicca qui per trovare i prossimi giorni fertili".
  3. Ad ogni data (prima colonna) viene associata una probabilità percentuale relativa che il giorno sia fertile, si sottolinea tuttavia che si dà per scontata una fase luteale di 14 giorni (e non per tutte le donne è così).
  1. Data:
  2. Data:
  3. Aggiungi data


Clicca qui per trovare i prossimi giorni fertili

Che cos’è il periodo fertile?

Una buona definizione di periodo fertile è quella di intervallo di sei giorni che terminano con il giorno dell’ovulazione.

Più nel dettaglio, i rapporti hanno la massima probabilità di trasformarsi in concepimento se si verificano nell’intervallo di tre giorni che termina con quello dell’ovulazione, questo è stato dimostrato nel 1995 da un interessante studio (Timing of Sexual Intercourse in Relation to Ovulation) che ha coinvolto 221 donne presumibilmente fertili: la fecondabilità massima è stata osservata nei rapporti che si sono verificati entro 2 giorni dall’ovulazione.

Una seconda ricerca (Changes with age in the level and duration of fertility in the menstrual cycle) su 770 coppie che usavano i metodi naturali è giunta alla stessa conclusione, per quanto concerne la relazione tra il momento del rapporto e la probabilità di concepimento. Nel corso dell’intervallo di osservazione, 647 coppie hanno avuto rapporti almeno una volta nella finestra fertile di 10 giorni e sono state registrate 433 gravidanze. La maggior parte delle gravidanze ha avuto origine da un rapporto avvenuto nella finestra di 6 giorni dall’ovulazione e la fecondità della donna era massima quando il rapporto è avvenuto nella finestra di 2 giorni dall’ovulazione.

In un terzo studio sui metodi di pianificazione famigliare (Day-specific probabilities of clinical pregnancy based on two studies with imperfect measures of ovulation) i ricercatori hanno combinato i dati ottenuti da due diversi gruppi: il primo usava il controllo della temperatura basale, mentre il secondo usava i test di ovulazione per determinare il momento presunto dell’ovulazione; la conclusione è stata sempre la stessa, i più importanti giorni fertili corrispondevano a due giorni dall’ovulazione e la probabilità di concepimento diminuiva considerevolmente nel giorno della presunta ovulazione.

L’età della donna generalmente non influisce né sulla durata né sul giorno d’inizio del periodo fertile, ma la probabilità di successo diminuisce quando si invecchia.

E’ quindi assolutamente chiaro che avere rapporti nei giorni giusti è fondamentale, ma come fare per individuarli?

Secondo le ricerche più recenti, i giorni fertili possono essere stimati analizzando

Riuscire a predire con ragionevole sicurezza l’ovulazione è molto difficile anche applicando tutti i metodi attualmente a disposizione, quindi per aumentare la probabilità di concepimento un metodo piuttosto sicuro è semplicemente quello di  aumentare la frequenza dei rapporti, già a partire dalla fine del ciclo.

A cura del Dr. Guido Cimurro, autore del libro "Scintilla di Vita - Cercare una gravidanza e rimanere incinta in modo naturale"

Clicca qui per ulteriori informazioni sul libro

Copertina del libro 'Scintilla di Vita'
Dopo aver risposto su FarmacoeCura.it a migliaia di domande su come aumentare la probabilità di rimanere incinta, ho deciso di raccogliere tutto quello che serve conoscere, più qualche consiglio poco conosciuto, in questo libro.

Dove posso comprarlo?

Nel testo non ci sono trucchi segreti, ma finalmente troverai in un'unica fonte, senza più dover saltare da un sito all'altro, la risposta a tutte le tue domande; ti parlerò infatti di
  • Come prepararti ad una gravidanza sicura, per non mettere a rischio la tua salute e quella del tuo cucciolo quando sarai finalmente incinta;
  • Come avviene, in modo molto semplificato, la fecondazione, per farti capire meglio cosa e dove possiamo agire per aumentare le possibilità di gravidanza;
  • Come riconoscere i giorni fertili (non solo muco cervicale e temperatura basale, ma anche tanti altri segnali che il tuo corpo potrebbe manifestare per indicarti quali sono i giorni in cui concentrare i rapporti);
  • Come e quando avere rapporti, cercando di capire in base agli studi scientifici disponibili
    • da quando avere rapporti,
    • ogni quanto avere rapporti,
    • fin quando avere rapporti,
    • in che posizione averli (conta davvero?),
    • l'importanza dei preliminari e delle coccole dopo il rapporto;
  • Come puoi aumentare davvero, dati alla mano, le tue possibilità di diventare mamma modificando il tuo stile di vita (per esempio, lo sapevi che 1-2 bicchieri di latte intero al giorno possono facilitare l'ovulazione?);
  • Cosa puoi fare se soffri di ovaio policistico;
  • Cosa può fare l'uomo per migliorare la qualità dello sperma;
  • Influenzare la scelta della Natura relativamente al sesso del tuo/a bambino/a (è realmente possibile? A mio parere no, ma qualcuno la pensa diversamente);
  • Come capire se sei incinta.
Attenzione, non ti prometto una formula segreta per rimanere incinta al 100%, ma farò il possibile per spiegarti tutto quello che vale davvero la pena conoscere e sapere per non lasciare nulla di intentato per rimanere incinta velocemente e senza farmaci od altre tecniche invasive.

Dove posso comprarlo?

7.980 pensieri su “I giorni fertili ed il metodo del calendario

  1. ilary

    Salve dottore,oggi ho portato i miei risultati alla mia dottoressa,mi ha mandata da un endocrinologo per la tiroide un po’ altina,x il resto come mi aveva accennato pure lei bene.Pero’ facendomi la visita,nell’ecografia ha visto una minuscola macchia,e mi ha detto che dobbiamo controllarla piu’ in la’ xke’ pensa potrebbe essere un piccolo fibroma,insomma e’ da un giorno che piango ho davvero paura,e’ questo secondo lei il motivo che non mi fa restare incinta?Ha dato pure lo spermiogramma da fare a mio marito.Mi dica qualcosa la prego,sono davvero troppo giu’.Grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si butti giù, non c’è motivo; sta facendo tutto correttamente e vedrà che riuscirà a risolvere.

  2. ilary
    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, rimango fiducioso.

  3. Anonimo

    Salve dottore,parto dal presupposto ke in 30 non ho mai avuto male al seno in fase premestruale, ma l unika volta le ho avuto male al seno prima del presunto arrivo del ciclo é qnd SN rimasta incinta della mia prima bambina.adesso mancano 5gg alla arrivo del ciclo ed ho un male tremendo al seno,non posso nemmeno toccarlo…ora mi kiedo é possibile ke io sia incinta?e keabbia male al seno già 5 GG prima?o devo pensare a qualcosa di brutto? SN 13 mesi ke ci proviamo ma mai qst male al seno atroce mi creda…grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Possiamo sperare, ma ai sintomi precoci di gravidanza non do mai peso; al primo giorno di ritardo faccia il test, se il dolore persistesse senta il ginecologo.

  4. Larisa
    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Da quanto lo cerca?
      Ha già fatto esami?

  5. ANIA

    Gent.mo Professore
    ho 44 anni e vorrei il secondo figlio ma da un anno (anche se non sempre riesco ad avere rapporti mirati) non riesco a rimanere incinta. Ho sentito parlare di DEHA e Fertilichron® female, visto la mia non più giovane età. Cosa ne pensa? Il fertilichron ha un costo notevolissimo ma se pensa che possa essermi di aiuto… premetto che ancora non ho fatto gli esami per FSH ed AMH.
    Cordialmente

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Non acquisti nulla senza prima una visita ginecologica.

    • ANIA

      No di certo… la visita è fissata a settembre ed anche gli esami. Volevo solo il suo parere su questi prodotti, se ne parla tanto, nei forum soprattutto… ma spesso sono persone poco informate, io volevo sapere cosa ne pensa una persona esperta e ferrata in materia. Grazie per il consiglio.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Prima di decidere cosa eventualmente assumere serve capire se c’è un problema e quale sia, non credo mai ad un’integrazione miracolosa che funziona per tutti i casi.

  6. Ida

    Caro dottore ho un dubbio il mese scorso ho avuto il ciclo per la prima volta in ritardo e così ho fatto il test con esito negativo, infatti dopo 11 giorni mi e arrivato. Aspettavo il ciclo il 5 Luglio. Ad oggi ancora nulla ho solo dolore al seno se lo tocco e nausea. Non so dottore se aspetto a fare il test p faccio la beta. Ma sr non sono incinta cosa potrebbe portarmi questo lungo ritardo

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi ricorda se è in sovrappeso?

  7. Ida
    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Molto magra?

  8. Ida
    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sto cercando di farlo, ma a distanza per provare a dare risposte concrete è indispensabile cercare di inquadrare il caso.

  9. Ida

Lascia un Commento

  • Poichè tengo molto a risponderti il più velocemente possibile, prima di fare una domanda ti chiedo di verificare che non sia fra quelle più comuni (clicca qui per vederle); in questo modo potrò sveltire il mio lavoro.
  • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.
  • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un ginecologo, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo specialista.
  • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.
  • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.
  • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.