I primi sintomi della gravidanza

La gravidanza (o gestazione) è lo stato della donna che porta nel proprio utero il prodotto della fecondazione, che prende inizialmente il nome di embrione per poi diventare feto dall’ottava settimana.

La gestazione umana dura circa 40 settimane, o un po’ più di 9 mesi, calcolati dall’inizio dell’ultimo flusso mestruale fino al momento del parto.

Quali sono i sintomi della gravidanza?

Il segno principale di una gravidanza in corso è l’assenza di uno o più flussi mestruali consecutivi e, l’unico modo certo per sapere se si è incinta, è attraverso un test di gravidanza.

Tra gli altri segni e sintomi della gravidanza ricordiamo:

  • nausea, vomito o nausee mattutine,
  • dolore al seno o ai capezzoli,
  • cambiamenti dell’aspetto del seno,
  • affaticamento,
  • mal di testa,
  • voglie o avversione per determinati alimenti,
  • sbalzi d’umore,
  • stimolo frequente a urinare.

Poichè la maggior parte di questi sintomi sono comuni a quelli manifestati in prossimità della comparsa delle mestruazioni, oppure si verificano più avanti con le settimane, è a mio parere impossibile e controproducente farci affidamento per capire se si è incinta.

Sintomi precoci

Un buon segnale che in alcuni casi anticipa lo stato di gravidanza è la cosidetta perdita da impianto: si tratta di una piccola perdita vaginale di sangue, dovuta all’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero. Si verifica da 6 a 12 giorni dopo la fecondazione e può essere accompagnato da un leggero dolore.

La nausea in genere si verifica non prima di 2-3 settimane dalla fecondazione, quindi è fortemente improbabile avvertirla prima del ritardo delle mestruazioni; molto spesso, purtroppo, quando si manifesta prima delle mestruazioni può essere causata dall’ansia della ricerca.

Per esperienza può invece capitare che nelle primissime fasi le areole sul seno (la zona che circona il capezzolo) diventino più scure.

Come faccio a sapere se sono incinta?

Il test di gravidanza è il modo migliore per sapere con certezza se si aspetta un bambino. I test di gravidanza da fare sulle urine sono disponibili in farmacia e sono considerati molto affidabili, a patto di eseguirli seguendo scrupolosamente le indicazioni riportate ed usare la prima urina del mattino.

Se pensate di essere incinta o il test di gravidanza dà un risultato positivo, consultate il vostro medico.

Fonte Principale: NIH.gov (traduzioni a cura di Elisa Bruno)

A cura del Dr. Guido Cimurro, autore del libro "Scintilla di Vita - Cercare una gravidanza e rimanere incinta in modo naturale"

Clicca qui per ulteriori informazioni sul libro

Copertina del libro 'Scintilla di Vita'
Dopo aver risposto su FarmacoeCura.it a migliaia di domande su come aumentare la probabilità di rimanere incinta, ho deciso di raccogliere tutto quello che serve conoscere, più qualche consiglio poco conosciuto, in questo libro.

Dove posso comprarlo?

Nel testo non ci sono trucchi segreti, ma finalmente troverai in un'unica fonte, senza più dover saltare da un sito all'altro, la risposta a tutte le tue domande; ti parlerò infatti di
  • Come prepararti ad una gravidanza sicura, per non mettere a rischio la tua salute e quella del tuo cucciolo quando sarai finalmente incinta;
  • Come avviene, in modo molto semplificato, la fecondazione, per farti capire meglio cosa e dove possiamo agire per aumentare le possibilità di gravidanza;
  • Come riconoscere i giorni fertili (non solo muco cervicale e temperatura basale, ma anche tanti altri segnali che il tuo corpo potrebbe manifestare per indicarti quali sono i giorni in cui concentrare i rapporti);
  • Come e quando avere rapporti, cercando di capire in base agli studi scientifici disponibili
    • da quando avere rapporti,
    • ogni quanto avere rapporti,
    • fin quando avere rapporti,
    • in che posizione averli (conta davvero?),
    • l'importanza dei preliminari e delle coccole dopo il rapporto;
  • Come puoi aumentare davvero, dati alla mano, le tue possibilità di diventare mamma modificando il tuo stile di vita (per esempio, lo sapevi che 1-2 bicchieri di latte intero al giorno possono facilitare l'ovulazione?);
  • Cosa puoi fare se soffri di ovaio policistico;
  • Cosa può fare l'uomo per migliorare la qualità dello sperma;
  • Influenzare la scelta della Natura relativamente al sesso del tuo/a bambino/a (è realmente possibile? A mio parere no, ma qualcuno la pensa diversamente);
  • Come capire se sei incinta.
Attenzione, non ti prometto una formula segreta per rimanere incinta al 100%, ma farò il possibile per spiegarti tutto quello che vale davvero la pena conoscere e sapere per non lasciare nulla di intentato per rimanere incinta velocemente e senza farmaci od altre tecniche invasive.

Dove posso comprarlo?

7.280 pensieri su “I primi sintomi della gravidanza

  1. Anonimo

    Buonasera dottore, premetto che ho le ovaia micropolicistiche e un ciclo di 30/32 giorni. Solo due volte in tre anni ho registrato ritardi che superavano i 7 giorni (prendo in considerazione gli ultimi tre anni perché è da tre anni che ho rapporti con il mio fidanzato, quindi prima non tenevo il conto del ciclo per assenza di rischio). Il mio ultimo ciclo risale al 30/11/2016 e ho avuto diversi rapporti con coito interrotto tra il 17/12 e il09/01, secondo lei è il caso di fare un test di gravidanza? Aggiungo che fra poco mi sposo e sono in una situazione di grande stress per preparativi e costruzione casa. Grazie anticipatamente per la sua cordiale risposta è mi scuso per il commento un po’ prolisso! Distinti saluti

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo stress può sicuramente spiegare il ritardo, ma un test va fatto per escludere una gravidanza.

    • Anonimo

      Grazie dottore, quindi posso fare domattina il test anche se non sono passati 19 giorni dall’ultimo rapporto?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Dato il notevole ritardo lo farei domani mattina, ma giustamente non sarà definitivo per i rapporti avuti negli ultimi 19 giorni.

  2. Federica

    Buongiorno Dottore .
    Oggi è il primo giorno di ritardo sono un po in ansia perché ho avuto rapporti non protetti .
    Ieri ho avuto lievi fitte al ventre .
    Potrebbe essere un ritardo anche dovuto hai cambiamenti climatici o alla forte ansia ?
    Buona Giornata.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Tutto può essere, ma un test va fatto se ha avuto rapporti non protetti.

    • Federica

      Buongiorno Dottore .
      Oggi è il primo giorno di ritardo sono un po in ansia perché ho avuto rapporti non protetti .
      Ieri ho avuto lievi fitte al ventre .
      Potrebbe essere un ritardo anche dovuto hai cambiamenti climatici o alla forte ansia ?
      Buona Giornata.
      Dimenticavo siccome sono influenzata e sto assumendo tachipirina e Vivin C potrebbe essere anche questa causa di Ritardo?

    • Federica

      Dimenticavo siccome sono influenzata e sto assumendo tachipirina e Vivin C potrebbe essere anche questa causa di Ritardo?

    • Federica

      Sto uscendo pazza !
      Io vedo le mie mestruazioni tramite un App.
      Facendomi il conto dei giorni .. oggi è il 25 g. Dalla fine delle mestruazioni precedenti .
      Può essere che mi sto facendo prendete dal panico inutilmente siccome non sono nemmeno passati 28 giorni?
      Rispondetemi Perpiacere sonomastico in panico ! 😢

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ho modo di darle certezze, quello che posso dire è che:
      1. Se si hanno rapporti non protetti la possibilità di gravidanza esiste.
      2. Un test al primo giorno di ritardo è l’unica soluzione che possono consigliarle, da ripetere a 19 giorni dall’ultimo rapporto avuto per averlo definitivo.

  3. Denni

    Dottore semplice curiosità.. Una mia amica mi ha detto che l assunzione di caffè può alterare il risultato del test su urine rendendolo positivo anche se non si è in attesa.
    Non ho mai sentito una cosa del genere…ma è vero??

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non è vero.

      PS: Le chiedo cortesemente di non scrivermi con nomi diversi…

    • Federica

      Ho effettuato il test ed è negativo .
      Se continuano a tardare mi consiglia di ripeterlo tra un paio di settimane?
      Scusi se le faccio perdere del tempo…
      Ma siccome non posso ne prendere la compressa ne posso mettere la spirale , Sto sempre con il dubbio. Inoltre non tarda mai , anzi sempre prima.
      La ringrazio per le risposte.

    • Federica

      Hanno risposto al alla nostra discussione anziché crearne una nuova.
      Non siamo la stessa persona 😁

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Ripeta il test a 19 giorni dall’ultimo rapporto a rischio.
      Mi permetto di consigliare il preservativo in futuro.

    • Federica

      Il mio è un caso un po strano. Ho il rigetto della spirale .
      Allergica al profilattico .
      e il mio ginecologo mi ha tolto la pillola.
      Quindi non mi resta che stare attenta.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha già provato con il preservativo senza lattice?

  4. Alessandra

    Salve dottore. Sono una ragazza di 18 anni ed il 7 gennaio ho avuto il mio ultimo rapporto protetto, così come tutti gli altri avuti in precedenza. Le mestruazioni mi dovrebbero arrivare il 21, ma sono un po preoccupata siccome da ieri, 4 giorni prima del flusso, ho notato piccole perdite marroncino scuro, davvero scarse. Vanno a intervalli, di fatti le ho avute solo ieri pomeriggio e questa mattina, poi più nulla. Mi potrebbe spiegare a cosa è dovuto? Ho perso la verginità da poco e tutti questi cambiamenti nel mio corpo mi spaventano.. non sono a rischio di gravidanza, vero? Spero di avere sue risposte.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Se i rapporti sono stati protetti da preservativo non c’è motivo di pensare a una gravidanza; le perdite potrebbero anche non aver alcun significato, ma se persistessero le segnali al ginecologo.

Lascia un commento

  • Test di ovulazione/gravidanza scontati!
  • Poichè tengo molto a risponderti il più velocemente possibile, prima di fare una domanda ti chiedo di verificare che non sia fra quelle più comuni (clicca qui per vederle); in questo modo potrò sveltire il mio lavoro.
  • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.
  • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un ginecologo, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo specialista.
  • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.
  • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.
  • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.