Sintomi dell’ovulazione per rimanere incinta

Il concepimento è una sequenza di eventi molto complicata; ogni mese gli ormoni prodotti dall’ipofisi stimolano l’ovulazione, cioè il rilascio dell’ovulo da parte dell’ovaio. L’ovulo poi percorre le tube e, se stai cercando di rimanere incinta, questo è il momento più favorevole per concepirlo.

Ma come si fa a prevedere quando avviene l’ovulazione?

Per molte donne si tratta di una previsione tutt’altro che semplice, soprattutto perché il momento dell’ovulazione può essere influenzato da molti fattori diversi, come lo stress e l’esercizio fisico eccessivo.

Per riconoscere i sintomi dell’ovulazione, ti consiglio di:

  • Tenere d’occhio il calendario. Usate un’agenda o un calendario per registrare il momento di inizio del ciclo e la durata del ciclo. L’ovulazione avviene, con ogni probabilità, circa 14 giorni prima della comparsa del flusso mestruale successivo.
  • Osservare i cambiamenti del muco cervicale. Poco prima dell’ovulazione si può notare, se si fa attenzione, un aumento delle secrezioni vaginali trasparenti e viscide, di solito simili al bianco d’uovo. Dopo l’ovulazione, quando le probabilità di rimanere incinta sono minori, le perdite vaginali diventano opache e appiccicose oppure scompaiono del tutto.
  • Registrare la temperatura basale. L’ovulazione può causare un leggero aumento della temperatura basale, cioè della temperatura misurata a riposo. Per registrar la temperature basale, potete usare un apposito termometro. Misurate la temperatura ogni mattina prima di alzarvi, e segnatela su un grafico o in un foglio Excel. Alla fine è probabile che iniziate a notare alcune regolarità. I giorni di massima fertilità sono i due o tre che precedono l’aumento della temperatura. Di solito l’aumento della temperatura è minimo, e non supera il grado.
  • Provate i test di ovulazione. I kit per la previsione dell’ovulazione in vendita in farmacia ricercano nelle urine il picco ormonale che si verifica prima dell’ovulazione. I test di ovulazione sono in grado di identificare il momento in cui si ha la massima probabilità di rimanere incinta, ossia circa 1-2 giorni prima dell’ovulazione. Per ottenere la massima accuratezza nei risultati è opportuno seguire attentamente le istruzioni contenute nella confezione.
  • Aumento del desiderio sessuale: E’ molto probabile che nei giorni di massima fecondità sentiate un maggior desiderio di intimità con il partner: fidatevi del vostro istinto.
  • Mittelschmerz: Nel giorno dell’ovulazione alcune donne percepiscono un dolore più o meno forte all’altezza delle ovaie: è sintomo di ovulazione e, in alcuni casi, così ben localizzato da permettere di individuare l’ovaia in cui è stato rilasciato l’ovulo.
A cura del Dr. Guido Cimurro, autore del libro "Scintilla di Vita - Cercare una gravidanza e rimanere incinta in modo naturale"

Clicca qui per ulteriori informazioni sul libro

Copertina del libro 'Scintilla di Vita'
Dopo aver risposto su FarmacoeCura.it a migliaia di domande su come aumentare la probabilità di rimanere incinta, ho deciso di raccogliere tutto quello che serve conoscere, più qualche consiglio poco conosciuto, in questo libro.

Dove posso comprarlo?

Nel testo non ci sono trucchi segreti, ma finalmente troverai in un'unica fonte, senza più dover saltare da un sito all'altro, la risposta a tutte le tue domande; ti parlerò infatti di
  • Come prepararti ad una gravidanza sicura, per non mettere a rischio la tua salute e quella del tuo cucciolo quando sarai finalmente incinta;
  • Come avviene, in modo molto semplificato, la fecondazione, per farti capire meglio cosa e dove possiamo agire per aumentare le possibilità di gravidanza;
  • Come riconoscere i giorni fertili (non solo muco cervicale e temperatura basale, ma anche tanti altri segnali che il tuo corpo potrebbe manifestare per indicarti quali sono i giorni in cui concentrare i rapporti);
  • Come e quando avere rapporti, cercando di capire in base agli studi scientifici disponibili
    • da quando avere rapporti,
    • ogni quanto avere rapporti,
    • fin quando avere rapporti,
    • in che posizione averli (conta davvero?),
    • l'importanza dei preliminari e delle coccole dopo il rapporto;
  • Come puoi aumentare davvero, dati alla mano, le tue possibilità di diventare mamma modificando il tuo stile di vita (per esempio, lo sapevi che 1-2 bicchieri di latte intero al giorno possono facilitare l'ovulazione?);
  • Cosa puoi fare se soffri di ovaio policistico;
  • Cosa può fare l'uomo per migliorare la qualità dello sperma;
  • Influenzare la scelta della Natura relativamente al sesso del tuo/a bambino/a (è realmente possibile? A mio parere no, ma qualcuno la pensa diversamente);
  • Come capire se sei incinta.
Attenzione, non ti prometto una formula segreta per rimanere incinta al 100%, ma farò il possibile per spiegarti tutto quello che vale davvero la pena conoscere e sapere per non lasciare nulla di intentato per rimanere incinta velocemente e senza farmaci od altre tecniche invasive.

Dove posso comprarlo?

2.265 pensieri su “Sintomi dell’ovulazione per rimanere incinta

  1. Daniela

    Buon giorno… ho il ciclo regolare e sono mesi che tento di fare un figlio ma non ci riesco… ora il 14 dovrebbe arrivarmi il ciclo e 2 settimane prima ma fa male il seno … questo periodo può essere il momento giusto di ritentare ?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Se lo aspetta per il 14 è possibile che l’ovulazione sia ormai alle spalle, ma sempre meglio un rapporto in più che uno in meno.

  2. Daniela

    Sto mese ho avuto 6 rapporti e tra 2 giorni mi deve arrivare il ciclo infatti ho da stasera i dolori prima. .. questo vuol dire che niente cicogna 😢😢😢
    Qualche consiglio per facilitare la gravidanza ?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Ai sintomi non do mai molto peso.
      2. Età? Da quanto lo cerca? 6 rapporti in un mese sono un po’ pochi… (a meno che non siano perfettamente mirati).

    • Daniela

      Ho 25 anni e ciclo sempre regolare. … lo cerco da 3 mesi ormai è di rapportI mirati al concepire un bimbo

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      3 mesi sono pochissimi per preoccuparsi, lo cerchi serenamente cercando di avere 2-3 rapporti alla settimana.

  3. Free

    Salve Dottore,
    Il mese scorso ho avuto uno spotting chiaro pensavo fosse ciclo invece il ciclo mi è venuto puntuale 5 giorni dopo. Ora il 25 dovrebbe venire ma ho avuto la solita macchia e poi nulla. Secondo lei mi devo preoccupare? La macchia non era particolarmente scura.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Al momento temo che sia impossibile esprimere giudizi, vediamo nei prossimi giorni.

    • Free

      Va bene, grazie.
      Ma due cicli così non mi erano mai capitati, mi sono allarmata un po’ adesso quando ho visto che la cosa strana si ripeteva.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Se si verificasse una terza volta andrà segnalato al ginecologo per qualche approfondimento.

    • Free

      Dottore l’aggiorno.
      Oggi doveva venirmi il ciclo (27 giorni) ho avuto e ho dolori come se venisse da un momento all’altro ma non è venuto.
      Secondo lei queste stranezze potrebbero essere polipi, cancro ovaie, menopausa precoce…? Lo so che fare una diagnosi cosi è impossibile ma lei mi può dire se potrebbero essere sintomi di queste problematiche o mi sto allarmando per nulla? Grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe anche (più probabilmente) non essere nulla di tutto ciò.

    • Free

      scusi dottore se la disturbo di nuovo a stretto giro di posta, contollando il mio calendario ho notato che io avevo avuto in questo mese un’altra perdita che avevo scambiato per spotting di ovulazione e a cui non avevo dato peso. Poi ho avuto di nuovo una sola macchia quando gliel’ho detto nel primo post e ieri doveva venire il ciclo effettivo e ad oggi nulla. Ho dei dolori ogni tanto, ma niente. Secondo lei, dovrei star tranquilla in attesa che venga? Ma se non viene cosa posso fare? Il mio ginecologo è ancora fuori in ferie. Grazie ancora

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Anche se tardasse qualche giorno non sarebbe un problema.

Lascia un commento

  • Poichè tengo molto a risponderti il più velocemente possibile, prima di fare una domanda ti chiedo di verificare che non sia fra quelle più comuni (clicca qui per vederle); in questo modo potrò sveltire il mio lavoro.
  • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.
  • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un ginecologo, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo specialista.
  • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.
  • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.
  • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.