Sono incinta, e adesso?

Se il test di gravidanza è finalmente positivo, ti faccio le mie più sincere congratulazioni, sta per iniziare un periodo intenso ed emozionante; per evitare di prendersi rischi inutili, è importante qualche piccola cautela, ti consiglio quindi di avvisare immediatamente il tuo ginecologo per fissare la prima visita, in quell’occasione ti parlerà delle cure prenatali.

Le cure prenatali sono quelle che le gestanti ricevono durante la gravidanza. Ricevere le cure prenatali al momento giusto e con regolarità è importante per la salute sia della madre sia del bambino.

Per garantire uno stato di salute ottimale sia alla mamma sia al bambino, i medici raccomandano alle future mamme di:

  • assumere almeno 400 microgrammi di acido folico al giorno per riuscire a prevenire i diversi tipi di difetti del tubo neurale, sia prima della gravidanza, sia nel corso della stessa;
  • mantenere il peso forma, seguire una dieta sana e fare attività fisica regolarmente, prima, durante la gravidanza e dopo il parto;
  • non fumare, non bere alcolici e non fare uso di droghe, prima, durante la gravidanza e dopo il parto.

Gravidanza a rischio

Tutte le gravidanze presentano un certo rischio sia per la madre sia per il bambino, tuttavia alcuni fattori presenti prima di rimanere incinta o che si sviluppano durante la gravidanza possono far aumentare i rischi di problemi per entrambi. Se la gravidanza è a rischio, la gestante può aver bisogno delle cure specialistiche e/o di un’équipe medica che la aiutino a proseguire normalmente la gestazione e a mettere al mondo senza problemi un bambino sano.

Tra i fattori presenti prima della gravidanza che potrebbero far aumentare il rischio ricordiamo:

  • giovane età o età avanzata della madre,
  • sovrappeso o sottopeso,
  • problemi durante le gravidanze precedenti, ad esempio aborto spontaneo, nascita di feti morti o travaglio o parto pretermine,
  • problemi di salute preesistenti, come l’ipertensione, il diabete o l’HIV/AIDS.

Durante la gravidanza si possono presentare problemi anche in donne fino a quel momento sane; tra di essi ricordiamo il diabete gestazionale o la preeclampsia/eclampsia.

Le cure prenatali e le visite mediche regolari durante la gravidanza sono fondamentali per la salute della futura mamma e del bambino.

A cura del Dr. Guido Cimurro, autore del libro "Scintilla di Vita - Cercare una gravidanza e rimanere incinta in modo naturale"

Clicca qui per ulteriori informazioni sul libro

Copertina del libro 'Scintilla di Vita'
Dopo aver risposto su FarmacoeCura.it a migliaia di domande su come aumentare la probabilità di rimanere incinta, ho deciso di raccogliere tutto quello che serve conoscere, più qualche consiglio poco conosciuto, in questo libro.

Dove posso comprarlo?

Nel testo non ci sono trucchi segreti, ma finalmente troverai in un'unica fonte, senza più dover saltare da un sito all'altro, la risposta a tutte le tue domande; ti parlerò infatti di
  • Come prepararti ad una gravidanza sicura, per non mettere a rischio la tua salute e quella del tuo cucciolo quando sarai finalmente incinta;
  • Come avviene, in modo molto semplificato, la fecondazione, per farti capire meglio cosa e dove possiamo agire per aumentare le possibilità di gravidanza;
  • Come riconoscere i giorni fertili (non solo muco cervicale e temperatura basale, ma anche tanti altri segnali che il tuo corpo potrebbe manifestare per indicarti quali sono i giorni in cui concentrare i rapporti);
  • Come e quando avere rapporti, cercando di capire in base agli studi scientifici disponibili
    • da quando avere rapporti,
    • ogni quanto avere rapporti,
    • fin quando avere rapporti,
    • in che posizione averli (conta davvero?),
    • l'importanza dei preliminari e delle coccole dopo il rapporto;
  • Come puoi aumentare davvero, dati alla mano, le tue possibilità di diventare mamma modificando il tuo stile di vita (per esempio, lo sapevi che 1-2 bicchieri di latte intero al giorno possono facilitare l'ovulazione?);
  • Cosa puoi fare se soffri di ovaio policistico;
  • Cosa può fare l'uomo per migliorare la qualità dello sperma;
  • Influenzare la scelta della Natura relativamente al sesso del tuo/a bambino/a (è realmente possibile? A mio parere no, ma qualcuno la pensa diversamente);
  • Come capire se sei incinta.
Attenzione, non ti prometto una formula segreta per rimanere incinta al 100%, ma farò il possibile per spiegarti tutto quello che vale davvero la pena conoscere e sapere per non lasciare nulla di intentato per rimanere incinta velocemente e senza farmaci od altre tecniche invasive.

Dove posso comprarlo?

1.365 pensieri su “Sono incinta, e adesso?

  1. Flavia

    Buongiorno dottor Cimurro, ancora una volta mi rivolgo a lei. Sono a 5+1. con chiunque parlo hanno nausea e dolore forte al seno è se non hanno dolore cmq dicono di avere il seno sensibile e ingrossato. Io non ho ne nausee ne seno dolente. Il mio seno è morbido e rimasto come prima. Giusto qualche volta mi è sembrato di sentire per pochi secondi degli spilli vicino ai capezzali. So che lei da pica importanza si sintomi però tutti dicono che aver e significa e averne tanto e tanti che tutto procede bene. Mi sto preoccupando. Io ho solo li stimolo di urinare spesso (sto bevendo molto, prima non lo so facevo) e dovendo stare a riposo (prendo progesterone) mi scappa il sonno sul divano, forse per noia. Per il resto sto bene! Mi preoccupa tanto il non dolore al seno

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Moltissime donne non manifestano alcun sintomo, oppure questi compaiono semplicemente più avanti.

    • Flavia

      Grazie, grazie 1000 dottore!!!! Buon lavoro buona giornata! A presto!

  2. Claudia

    Buon pomeriggio! Sono alle 5+5 sto prendendo progesterone per aborti precedenti, farò la prima visita fra qualche giorno. Stiamo evitando rapporti, ma volevo sapere se posso masturbarmi senza oggetti, in modo delle delicatissimo meglio evitare. L’ergasmo provoca contrazioni? Non Avrei mai il coraggio di chiederlo al mio medico. Posso secondo lei?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Se le è stato consigliato di evitare rapporti va evitata anche la masturbazione in qualsiasi forma.

  3. Claudia

    Grazie per la risposta. Il medico non mi ha detto nulla in merito. Io l’ho dato per scontato e credo anche il dottore. Mi riferisco all’estensione dai rapporti. Comunque grazie. Spero solo di non aver recato danni al mio embrioncino

  4. Elena

    Buongiorno. Sono a 36+5. Per adesso sento ancora i movimenti del mio bambino, che somigliano più a stiramenti che a calcetto, come credo sia normale per l’epoca.
    Da giovedì però non ho più sentito il singhiozzo. Fino a una settimana fa lo sentivo anche 2.3 volte al giorno, una settimana fa ha cominciato a diradare a una volta al giorno, adesso l’ha saltato ieri e anche oggi per adesso non l’ha avuto.
    Vorrei capire se può essere normale o devo fare un controllo.
    Ho fatto la visita mercoledì ed è tutto a posto. Grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è tutto normale se il movimento è comunque intenso e continuo come sempre, ma raccomando di sentire anche il parere del ginecologo.

  5. Anonimo

    Buongiorno
    Scusi il disturbo ma volevo chiedere la sua opinione il mio ginecologo è in ferie…
    Sono di 17 settimane e Domenica ero in auto con la cintura e ho dovuto inchiodare, secondo lei.la cintura può aver recato danni? Non ho avuto ne dolori ne perdite devo andare al ps?
    La ringrazio

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso nessun problema, ma non posso prendermi la responsabilità di darle garanzie.

  6. Elena

    Buongiorno. Sono a 38w4d. Vorrei sapere se la stiratura ai capelli detta anche contropermanente può essere nociva a questa epoca. Grazie

  7. Patrizia

    Buongiorno Dottore
    ultimo ciclo 3 agosto, 15 agosto ho ovulato. Ho scoperto di essere incinta il 1 settembre.
    Oggi ho fatto esami del sangue dopodiché chiamerò la ginecologa per la prima visita.
    Ho un grande dubbio. Il 31 agosto notte ho avuto una perdita marroncina, tanto che credevo che mi stessero per arrivare. la mattina seguente sentivo dei piccoli crampetti, non dolorosi come mestruazioni, a livello ovaie. la sera ho fatto il test ed è risultato positivo.
    In questi giorni ho notato che il seno è più teso.
    Tuttavia, dato che l’anno scorso ho subito un aborto interno all’8va settimana, ho grande timore che quella perdita marrore fosse legata ad un aborto spontaneo.
    Tra l’altro, a parte il seno e un po di stanchezza, non ho nessun sintomo (minzione frequente, nausee, cefalee ecc).
    Vorrei sapere cosa ne pensa giusto in attesa della visita dalla ginecologa…grazie mille

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Ai sintomi non do mai grande peso e la perdita potrebbe essere semplicemente da impianto.

      Ovviamente non posso e non voglio illuderla, ma non vedo al momento motivi per temere qualcosa; se mi tiene al corrente mi fa piacere.

    • Patrizia

      Grazie Dottore. Sicuramente la terrò aggiornata.
      Ma se avessi abortito, dagli esami del sangue si potrebbe evincere qualcosa ?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      In alcuni casi si evince da un basso valore delle betaHCG, ma senza termini di paragone non è sempre così semplice valutarlo.

    • Patrizia

      Salve dottore.
      Ho fatto esami del sangue e beta hcg il 6 settembre e sembrano ok. In quella settimana ilivelli corripondevano alla 5/6 settimana di gravidanza.
      Ho chiamato ospedale e mi hanno dato l’appuntamento il 3 ottobre. Tuttavia, vista la mia passata esperienza ho davvero tanta paura. Ho letto su internet che la consecutività di aborti è infrequente ma questa attesa credo che mi stresserà parecchio.
      Cosa mi consiglia di fare? devo monitorare le beta hcg o è meglio non stressarmi e aspettare la prima ecografia?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza dubbio si sforzi di ritrovare serenità, si dimentichi delle beta e attenda l’ecografia del tre ottobre.

      Se mi tiene al corrente mi fa piacere.

    • Patrizia

      Grazie. Spero di porterle raccontare felici notizie. A presto.

Lascia un commento

  • Test di ovulazione/gravidanza scontati!
  • Poichè tengo molto a risponderti il più velocemente possibile, prima di fare una domanda ti chiedo di verificare che non sia fra quelle più comuni (clicca qui per vederle); in questo modo potrò sveltire il mio lavoro.
  • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.
  • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un ginecologo, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo specialista.
  • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.
  • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.
  • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.