Fertilità ed infertilità maschile e femminile

Che cos’è l’infertilità?

L’infertilità è l’impossibilità di avere un figlio dopo un anno di tentativi, oppure dopo sei mesi se la donna ha più di 35 anni. Si parla di infertilità anche quando la donna è in grado di concepire ma non riesce a portare a termine le gravidanze.

La gravidanza è un processo composto da diverse fasi. Per rimanere incinta, infatti:

  • Il corpo della donna deve rilasciare un ovulo da una delle ovaie (ovulazione).
  • L’ovulo deve percorrere la tuba e raggiungere l’utero.
  • Lo spermatozoo deve fecondare l’ovulo lungo il percorso.
  • L’ovulo fecondato deve impiantarsi nella parete dell’utero.

Si parla di infertilità se ci sono problemi in una di queste fasi.

L’infertilità è un problema diffuso?

Sì, negli Stati Uniti il 10 per cento circa delle donne di età compresa tra i 15 e i 44 anni ha difficoltà a concepire o a portare a termine la gravidanza.

L’infertilità è un problema soltanto femminile?

No, l’infertilità non è un problema solo femminile. Sia le donne sia gli uomini possono soffrire di disturbi e patologie che provocano l’infertilità. Un terzo circa dei casi di infertilità è causato da problemi della donna, un terzo da problemi dell’uomo, mentre gli altri casi sono provocati da un insieme di problemi della coppia o da fattori sconosciuti.

Quali sono le cause dell’infertilità maschile?

L’infertilità maschile nella maggior parte dei casi è causata da:

  • Varicocele, un disturbo in cui le vene di uno o di entrambi i testicoli sono troppo grandi e quindi il testicolo o i testicoli si riscaldano. Il varicocele può far diminuire il numero degli spermatozoi o alterarne la forma.
  • Altri fattori che fanno diminuire o cessare la produzione di spermatozoi.
  • Ridotta motilità degli spermatozoi, che può essere causata dalla loro forma. In alcuni casi gli spermatozoi non si muovono a causa di lesioni o disturbi all’apparato riproduttivo.
  • In alcuni casi questi disturbi sono presenti fin dalla nascita, mentre in altri iniziano in fasi successive a causa di malattie o lesioni; ad esempio la fibrosi cistica è una causa piuttosto diffusa dell’infertilità maschile.

Fattori di rischio per l’infertilità maschile

La qualità dello sperma dipende dallo stato di salute dell’uomo e dal suo stile di vita. Alcuni fattori possono alterare la qualità dello sperma o far diminuire il numero degli spermatozoi; tra di essi ricordiamo:

  • Abuso di alcol,
  • Uso di droghe,
  • Fumo di sigaretta,
  • Età,
  • Inquinamento ambientale, dovuto ad esempio ai pesticidi o al piombo,
  • Malattie come gli orecchioni, malattie gravi come quelle dei reni, o problemi ormonali,
  • Uso di determinati farmaci,
  • Radioterapia e chemioterapia.

Quali sono le cause dell’infertilità femminile?

La maggior parte dei casi di infertilità femminile è causata da disturbi dell’ovulazione. Senza ovulazione, l’ovulo non può essere fecondato. Tra i sintomi dei problemi di ovulazione ricordiamo il ciclo mestruale irregolare o l’assenza del ciclo.

I problemi di ovulazione spesso sono provocati dalla sindrome dell’ovaio policistico (PCOS). La PCOS è uno squilibrio ormonale in grado di interferire con l’ovulazione ed è la causa più frequente dell’infertilità femminile. Un’altra causa dei problemi di ovulazione è l’insufficienza ovarica primaria (POI) che si verifica quando le ovaie smettono di funzionare normalmente prima dei quarant’anni. L’insufficienza ovarica primaria non va confusa con la menopausa precoce.

Tra le cause meno diffuse dei problemi di infertilità femminile ricordiamo:

  • Ostruzione delle tube dovuta alla malattia infiammatoria pelvica, all’endometriosi o all’intervento chirurgico per la gravidanza ectopica.
  • Problemi fisici dell’utero.
  • Fibromi uterini (masse di tessuto non tumorale che si sviluppano all’interno delle pareti uterine).

Fattori di rischio per l’infertilità femminile

Tra i fattori in grado di far diminuire la probabilità di avere un figlio ricordiamo:

  • Età,
  • Fumo,
  • Abuso di alcol,
  • Stress,
  • Dieta scorretta,
  • Allenamento eccessivo,
  • Sovrappeso o sottopeso,
  • Infezioni sessualmente trasmesse (MST),
  • Problemi di salute che causano squilibri ormonali (sindrome dell’ovaio policistico e insufficienza ovarica primaria).

Quanto conta l’età della donna?

Molte donne aspettano i trenta o i quarant’anni per avere un figlio; negli Stati Uniti, ad esempio, il 20 per cento delle donne ha il primo figlio dopo i 35 anni. L’età quindi è una causa sempre più diffusa dei problemi di fertilità. Un terzo circa delle coppie in cui la donna ha più di 35 anni ha problemi di fertilità.

Con l’età, diminuisce la probabilità della donna di avere un figlio perché:

  • Le ovaie rilasciano meno ovuli,
  • Diminuisce la “riserva” di ovuli disponibili,
  • Gli ovuli non sono più sani come in precedenza,
  • Aumenta il rischio di soffrire disturbi che possono causare problemi di infertilità,
  • Aumenta la probabilità di aborto spontaneo.

Per quanto tempo continuare con i tentativi prima di rivolgersi ai medici?

La maggior parte degli esperti consiglia di continuare per almeno un anno. Le donne di età superiore ai 35 anni dovrebbero invece rivolgersi ai medici dopo sei mesi di tentativi perché la fertilità femminile diminuisce rapidamente dopo i 30 anni.

Alcuni problemi di salute, inoltre, fanno aumentare il rischio di infertilità. Le donne quindi dovrebbero rivolgersi ai medici se:

  • Hanno un ciclo irregolare o il ciclo salta,
  • Provano molto dolore durante il ciclo,
  • Soffrono di endometriosi,
  • Soffrono di malattia infiammatoria pelvica,
  • Hanno avuto diversi aborti spontanei.

Prima di provare ad avere un figlio, tutte le donne dovrebbero fare una visita medica. I medici possono aiutarvi ad arrivare alla gravidanza nel migliore stato di forma possibile: possono inoltre rispondere a tutte le domande relative alla fertilità e darvi diversi consigli per la vostra ricerca di un figlio.

Come avviene la diagnosi di infertilità?

Il percorso per arrivare alla diagnosi di infertilità comprende una visita medica approfondita. Il medico chiederà ai partner se hanno problemi di salute e si informerà sulla loro vita sessuale. In alcuni casi questo sarà sufficiente per scoprire il problema; quasi sempre, però, saranno necessari altri esami.

L’uomo di solito dovrà eseguire l’esame dello sperma, per scoprire la quantità degli spermatozoi, la loro forma e la motilità. In alcuni casi i medici consigliano anche di eseguire il dosaggio degli ormoni maschili.

La donna, in una prima fase, dovrà scoprire se l’ovulazione avviene regolarmente tutti i mesi. Per scoprirlo è possibile monitorare l’ovulazione a casa in questo modo:

  • Prendendo nota tutte le mattine appena sveglie della temperatura basale per diversi mesi.
  • Prendendo nota ogni giorno dell’aspetto del muco cervicale per diversi mesi.
  • Usando un kit per il monitoraggio dell’ovulazione (in vendita in farmacia o al supermercato).

[In realtà può esserci muco cervicale ed un test di ovulazione positivo pur in assenza di ovulazione, dei tre metodi la temperatura è quindi l’unico certo insieme ai dosaggi ormonali]

Per scoprire se c’è l’ovulazione, il medico può consigliare di eseguire gli esami del sangue oppure fare un’ecografia alle ovaie. Se l’ovulazione è normale, è possibile eseguire altri esami per la fertilità, tra cui ricordiamo:

  • Isterosalpingografia. È una radiografia dell’utero e delle tube. I medici iniettano il mezzo di contrasto nell’utero attraverso la vagina. Il mezzo di contrasto è visibile durante la radiografia, quindi i medici possono vedere se riesce a muoversi liberamente nell’utero e nelle tube. In questo modo sono visibili eventuali ostruzioni in grado di provocare l’infertilità. Le ostruzioni possono impedire all’ovulo di attraversare le tube e raggiungere l’utero oppure allo sperma di raggiungere l’ovulo.
  • Laparoscopia. È un semplice intervento chirurgico per vedere dall’interno la cavità addominale. Il medico lo esegue inserendo il laparoscopio (un piccolo strumento con una fonte di luce a un’estremità) in una piccola incisione nella parte bassa dell’addome. Con il laparoscopio il medico può controllare le ovaie, le tube e l’utero, per escludere patologie o altri problemi. La laparoscopia è in grado di evidenziare eventuali tessuti cicatriziali e l’endometriosi.

Scoprire le cause dell’infertilità può essere un processo lungo e stressante. Per completare tutti gli esami può volerci molto tempo: quindi non preoccupatevi se non riuscite a scoprire il problema immediatamente.

Terapia

L’infertilità può essere curata con i farmaci, con l’inseminazione artificiale o con le tecniche di fecondazione assistita. In molti casi possono essere combinati diversi tipi di terapia. Quasi sempre si riesce a curare l’infertilità con i farmaci o con un intervento chirurgico.

I medici consigliano le terapie specifiche per l’infertilità a seconda:

  • dei risultati degli esami,
  • del tempo trascorso dai primi tentativi di avere un figlio,
  • dell’età di entrambi i partner,
  • dello stato di salute della coppia,
  • delle preferenze della coppia.

I medici spesso riescono a curare l’infertilità maschile nei modi seguenti:

  • Problemi della sfera sessuale. I medici possono curare l’impotenza o l’eiaculazione precoce, ricorrendo ai farmaci e/o alla terapia comportamentale.
  • Insufficienza di sperma. In alcuni casi l’intervento chirurgico riesce a correggere la causa del problema. In altri casi, invece, i medici prelevano chirurgicamente lo sperma dall’apparato riproduttore maschile. Possono essere usati gli antibiotici per guarire le infezioni che influiscono sulla quantità di spermatozoi.
  • Motilità degli spermatozoi. In alcuni casi lo sperma non contiene spermatozoi perché l’apparato riproduttore ha qualche problema che, a volte, può essere corretto con l’intervento chirurgico.

Nelle donne, si può ricorrere all’intervento chirurgico per risolvere alcuni disturbi fisici.

Per curare le donne con problemi di ovulazione possono essere usati diversi farmaci. È fondamentale chiedere al medico quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi farmaci: la paziente deve essere informata dei pericoli, dei vantaggi e dei possibili effetti collaterali.

Farmaci per la cura dell’infertilità femminile

Tra i farmaci usati con maggior frequenza per curare l’infertilità femminile ricordiamo:

  • Clomifene citrato (Clomid®). Questo farmaco causa l’ovulazione perché va ad agire sull’ipofisi. È usato frequentemente nelle donne affette dalla sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) o da altri problemi di ovulazione. Va assunto per via orale.
  • Gonadotropina della menopausa umana (hMG). Questo farmaco viene usato frequentemente nelle donne che non ovulano a causa di problemi dell’ipofisi. L’hMG agisce direttamente sulle ovaie per stimolare l’ovulazione ed è somministrato tramite iniezione.
  • Ormone follicolo-stimolante (FSH). Quest’ormone ha un funzionamento analogo a quello dell’hMG. Fa iniziare l’ovulazione e viene somministrato di solito per iniezione.
  • Ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH). È usato in molti casi per le donne che non ovulano regolarmente ogni mese. Anche chi ovula prima che l’ovulo sia pronto può usare quest’ormone che agisce sull’ipofisi per cambiare il momento dell’ovulazione. Quest’ormone di solito viene somministrato tramite iniezione o come spray nasale.
  • Metformina. I medici usano questo farmaco per le donne che soffrono di insulinoresistenza e/o di PCOS. La metformina abbassa i livelli di ormoni maschili nelle donne affette da queste patologie e quindi favorisce l’ovulazione. In alcuni casi la metformina è combinata con il clomifene citrato o con l’ormone FSH. Di solito è assunta per via orale.
  • Bromocriptina. Questo farmaco è usato nelle donne che hanno problemi di ovulazione dovuti ai livelli eccessivi di prolattina. La prolattina è l’ormone che fa iniziare la produzione del latte.

Molti farmaci che favoriscono la fertilità fanno aumentare la probabilità di gravidanze gemellari o plurigemellari. Le gravidanze gemellari o plurigemellari sono più a rischio, perché i feti rischiano di nascere prematuri e quindi corrono un rischio maggiore di soffrire di problemi di salute e di sviluppo.

Che cos’è l’inseminazione intrauterina (IUI)?

L’inseminazione intrauterina (IUI) è una terapia per l’infertilità, a volte definita inseminazione artificiale. In quest’intervento la donna riceve un’iniezione di sperma appositamente preparato. Prima dell’IUI la donna a volte può anche essere curata con farmaci che stimolano l’ovulazione. L’inseminazione intrauterina viene spesso usata per curare:

  • Lieve infertilità maschile,
  • Donne con problemi del muco cervicale,
  • Coppie in cui non è stata accertata la causa dell’infertilità.

Che cosa sono le tecniche di fecondazione assistita?

Le tecniche di fecondazione assistita sono un gruppo di metodi usati per aiutare le coppie non fertili. La fecondazione assistita comporta l’espianto degli ovuli dal corpo della donna: gli ovuli poi vengono mescolati agli spermatozoi per formare gli embrioni che infine sono sono reimpiantati nel corpo della donna.

Qual è la probabilità di successo della fecondazione assistita?

La probabilità di successo varia e dipende da molti fattori diversi. Tra i fattori che influiscono sulla probabilità di successo della fecondazione assistita ricordiamo:

  • Età della coppia,
  • Cause dell’infertilità,
  • Problemi di salute della coppia,
  • Tipo di tecnica usata,
  • Eventuale crioconservazione dell’ovulo,
  • Eventuale crioconservazione dell’embrione.

Il CDC ha compiuto diverse ricerche sulla probabilità di successo della fecondazione assistita in diversi centri per la fertilità. Secondo una ricerca del 2010, le percentuali di successo dei cicli di fecondazione assistita sono:

  • 42 per cento nelle donne di età inferiore ai 35 anni
  • 32 per cento nelle donne di età compresa tra i 35 e i 37 anni
  • 22 per cento nelle donne di età compresa tra i 38 e i 40 anni
  • 12 per cento nelle donne di età di 41 o 42 anni
  • 5 per cento nelle donne di 43 o 44 anni

La fecondazione assistita è molto costosa e richiede molto tempo per essere eseguita, però ha permesso a molte coppie con diagnosi di infertilità di mettere al mondo un figlio. La complicazione più frequente della fecondazione assistita sono le gravidanze plurigemellari, ma è possibile prevenire o minimizzare questo problema in molti modi diversi.

Tecniche di fecondazione assistita

Tra le tecniche di fecondazione assistita più usate ricordiamo:

  • La fecondazione in vitro (IVF) è la fecondazione che avviene fuori dall’organismo della donna. È la tecnica di fecondazione assistita con maggiori probabilità di successo. Viene spesso usata se le tube sono ostruite o la quantità di spermatozoi è insufficiente. I medici somministrano alla donna un farmaco che fa rilasciare alle ovaie diversi ovuli. Una volta maturi, gli ovuli vengono espiantati e messi in un contenitore insieme agli spermatozoi. Dopo 3, 5 giorni, una volta avvenuta la fecondazione, gli embrioni sani sono impiantati nell’utero.
  • La fecondazione in vitro con transfer intratubarico (ZIFT) è simile alla fecondazione in vitro. La fecondazione avviene in laboratorio, ma poi l’embrione viene impiantato nella tuba anziché nell’utero.
  • La GIFT (game intrafallopian transfer) consiste nel trasferimento degli ovuli e degli spermatozoi nella tuba. La fecondazione avviene all’interno del corpo femminile. Questa tecnica è disponibile in pochi centri specializzati.
  • L’ICSI (iniezione intracitoplasmatica dello spermatozoo) è usata in molti casi per le coppie in cui la qualità dello sperma è molto scarsa. In alcuni casi viene usata anche per coppie in età più avanzata o in cui i tentativi precedenti di IVF non hanno avuto successo. Nell’ICSI, viene iniettato un singolo spermatozoo in un ovulo maturo. Poi l’embrione viene trasferito nell’utero o nella tuba.

In alcuni casi le tecniche di fecondazione assistita comportano l’uso di ovuli di una donatrice, dello sperma di un donatore o di embrioni crioconservati [in Italia sono metodi proibiti per legge]. Gli ovuli di una donatrice possono essere usati se la donna non può produrre ovuli. Gli ovuli di una donatrice o lo sperma di un donatore possono essere usati se uno dei membri della coppia ha una malattia genetica che potrebbe essere ereditata dal bambino. Se la donna o la coppia non sono fertili possono usare gli embrioni donati da qualcun altro, cioè da altre coppie durante la terapia contro l’infertilità o dall’incontro dello sperma di un donatore con l’ovulo di una donatrice. Gli embrioni donati sono impiantati nell’utero: il bambino non avrà alcuna parentela genetica con i genitori.

Maternità surrogata

In alcuni paesi [non in Italia], le donne che non ovulano o producono ovuli “difettosi”possono ricorrere alle madri surrogate. La madre surrogata dà il consenso a rimanere incinta usando lo sperma del partner della prima donna e uno dei propri ovuli. Il bambino quindi sarà geneticamente imparentato con il padre e con la madre surrogata. Dopo il parto, la madre surrogata darà il bambino in adozione alla coppia.

“Utero in affitto”

In alcuni paesi[non in Italia] le donne che hanno le ovaie integre ma non hanno più l’utero possono ricorrere a un “utero in affitto”. Quest’opportunità può essere utile anche per chi non riesce a rimanere incinta per via di problemi di salute molto gravi. Alla donna viene espiantato un ovulo, che viene fecondato dallo sperma del partner: l’embrione viene impiantato nell’utero della donna che ha deciso di darlo in affitto. La donna che dà il proprio utero in affitto non ha alcuna parentela genetica con il bambino; dopo il parto, quindi, lo darà in adozione alla coppia.

Alcune ricerche recenti del CDC indicano che i bambini nati da fecondazione assistita corrono un rischio da due a quattro volte maggiore di soffrire di determinate malformazioni, tra cui alcuni problemi del cuore e dell’apparato digerente e il palato o il labbro leporino. I ricercatori non sanno spiegare questa correlazione. Le malformazioni potrebbero non essere connesse alle tecniche di fecondazione assistita, ma forse sarebbero collegate ad altri fattori, per esempio all’età dei genitori. Sono quindi necessarie ulteriori ricerche. Il rischio è relativamente basso, ma i futuri genitori dovrebbero comunque tenerlo a mente quando decidono di ricorrere alla fecondazione assistita.

Fonte: CDC

Traduzione di Elisa Bruno

A cura del Dr. Guido Cimurro, autore del libro "Scintilla di Vita - Cercare una gravidanza e rimanere incinta in modo naturale"

Clicca qui per ulteriori informazioni sul libro

Copertina del libro 'Scintilla di Vita'
Dopo aver risposto su FarmacoeCura.it a migliaia di domande su come aumentare la probabilità di rimanere incinta, ho deciso di raccogliere tutto quello che serve conoscere, più qualche consiglio poco conosciuto, in questo libro.

Dove posso comprarlo?

Nel testo non ci sono trucchi segreti, ma finalmente troverai in un'unica fonte, senza più dover saltare da un sito all'altro, la risposta a tutte le tue domande; ti parlerò infatti di
  • Come prepararti ad una gravidanza sicura, per non mettere a rischio la tua salute e quella del tuo cucciolo quando sarai finalmente incinta;
  • Come avviene, in modo molto semplificato, la fecondazione, per farti capire meglio cosa e dove possiamo agire per aumentare le possibilità di gravidanza;
  • Come riconoscere i giorni fertili (non solo muco cervicale e temperatura basale, ma anche tanti altri segnali che il tuo corpo potrebbe manifestare per indicarti quali sono i giorni in cui concentrare i rapporti);
  • Come e quando avere rapporti, cercando di capire in base agli studi scientifici disponibili
    • da quando avere rapporti,
    • ogni quanto avere rapporti,
    • fin quando avere rapporti,
    • in che posizione averli (conta davvero?),
    • l'importanza dei preliminari e delle coccole dopo il rapporto;
  • Come puoi aumentare davvero, dati alla mano, le tue possibilità di diventare mamma modificando il tuo stile di vita (per esempio, lo sapevi che 1-2 bicchieri di latte intero al giorno possono facilitare l'ovulazione?);
  • Cosa puoi fare se soffri di ovaio policistico;
  • Cosa può fare l'uomo per migliorare la qualità dello sperma;
  • Influenzare la scelta della Natura relativamente al sesso del tuo/a bambino/a (è realmente possibile? A mio parere no, ma qualcuno la pensa diversamente);
  • Come capire se sei incinta.
Attenzione, non ti prometto una formula segreta per rimanere incinta al 100%, ma farò il possibile per spiegarti tutto quello che vale davvero la pena conoscere e sapere per non lasciare nulla di intentato per rimanere incinta velocemente e senza farmaci od altre tecniche invasive.

Dove posso comprarlo?

3.826 thoughts on “Fertilità ed infertilità maschile e femminile

  1. Anonimo

    Dottore buongiorno. Um 23 aprile e isteroscopia diagnostica con biopsia programmata per il 6 maggio.
    Devo astenermi dai rapporti o cosa devo fare? Al centro non me lo hanno specificato… In caso di rapporti cosa potrebbe succedere?
    Grazie come sempre.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, ritengo preferibile evitare rapporti non protetti (a mio avviso in caso di fecondazione si potrebbe andare incontro a complicanze, anche se tengo a precisare che siamo un al di là delle mie competenze).

  2. Silvia

    Buongiorno, ho 45 anni, già mamma di 3 figli, due ragazzi già grandini e un bambino di 18 mesi. Sto cercando un’altra gravidanza da circa un anno ma senza risultati, e il mio ginecologo mi ha prescritto un esame per la ricerca dell’ormone antimulleriano che è risultato pari a 5,60 pmol/l in un range che va da un minimo di 0,07 ad un massimo di 19,30 relativo ad una fascia di età 45/50 anni. Posso essere positiva e sperare ancora? Ringrazio per l’attenzione. Un cordiale saluto

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Relativamente a questo esame la risposta è sicuramente sì, in base al risultato a mio avviso si può sperare, ma come sempre l’ultima parola al ginecologo.

  3. Anonimo

    Buonasera! L uso di antibiotico da parte dell uomo può influenzare gli spermatozoi e quindi “rallentare” per il concepimento? Grazie e buona serata

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Che antibiotico?

    • Anonimo

      Amoxicillina 500 mg 3 volte al giorno, ma lo smetterebbe circa 5 giorni prima del periodo fertile

    • Anonimo

      Per 10 giorni deve prenderlo

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non dovrebbe influire in modo significativo.

  4. Alessandra

    Dottore buona sera oggi ho ritirato il referto mio marito ha fatto lo spermiogramma solo un valore era basso “volume 1″e il minino era 1,5 mi può spiegare il significato e perché è basso? Grazie sempre

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Il volume consiste nella quantità di sperma raccolto.

      La raccolta è avvenuta a casa o direttamente presso la struttura?
      La quantità di spermatozoi è nella norma?

  5. Alessandra
    • Alessandra

      Cmq lo sperma era poco….

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, può essere, e questo è confortante.
      2. Non mi preoccuperei troppo, magari lo stress legato alla necessità di raccogliere il campione; è stata osservata l’astinenza prevista?

    • Alessandra

      Si si abbiamo fatto 5 giorni di astinenza, quindi lei mi dice che nn c’è niente di preoccupante per l infertilita’?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Questa è una valutazione che spetta al medico che ha richiesto l’esame, ma sono ragionevolmente ottimista.

      Nel frattempo cerchi di farlo bere molto (se già non lo facesse).

    • Alessandra

      Beve tantissimo, può essere era influenzato? E si cmq le analisi li ho già dati al ginecologo però mi farà sapere lunedì

    • Alessandra

      Io la ringrazio sempre per la sua gentilezza nel rispondere grazie buona serata

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso sì, il malessere può aver influito; può essere che il ginecologo suggerisca comunque per scrupolo di ripetere l’esame al miglioramento delle condizioni di salute.

      Se mi tiene al corrente mi fa piacere!

    • Alessandra

      Lo farò….

  6. paola

    Buongiorno dottore ho 42 anni ed un bimbo di 2 anni e 4 mesi e sono alla ricerca di una seconda gravidanza.
    Dalle analisi che ho fatto il valore AMH 2.89 e come range donna età fertile <12.60 Donne 3° giorno del ciclo <10.6. ho fatto queste analisi il 3° giorno del ciclo con valore anche FSH 6.21 VALORI fase follicolare: 3.30-8.08
    Secondo lei come sono i valori considerando la mia età?
    grazie mille per una sua risposta

    • paola

      Inoltre volevo chiederle visto l’età io uso gli stick clearblue per l’ovulazione ma potrebbe essere utile il monitoraggio ecografico ?
      grazie ancora

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Se l’unità di misura dell’AMH è ng/ml mi sembrano nella norma e non dovrebbero pregiudicare una nuova gravidanza.
      2. Da quanto sta cercando questa seconda gravidanza?

    • Anonimo

      Diciamo rapporti mirati da 3 mesi

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      I tempi sembrano essere assolutamente prematuri per pensare ad un monitoraggio ecografico; in realtà se avesse rapporti frequenti probabilmente anche i test di ovulazione non sono indispensabili.

    • Anonimo

      consideri che parliamo di 3/4 rapporti nei giorni fertili forse sono un pò pochi. secondo lei dopo quanti mesi di tentativi dovremmo considerare il monitoraggio?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. I giorni fertili sono al massimo 6, più realisticamente 5, 3-4 rapporti in questo lasso di tempo è più che sufficiente.
      2. Non prima di 6 mesi almeno (forse anche di più in considerazione della recente gravidanza), ma è ovviamente una decisione che spetta al ginecologo.

    • Anonimo

      Ok la ringrazio come sempre per la sua risposta puntuale e precisa

  7. Lavy82

    Buongiorno sto effettuando tt in controlli per l’ infertilità di coppia (premettendo che nel 2014 c’era stata una gravidanza ma Che x motivi terapeutici e’ stata interrotta)facendo i tamponi mi è risultato un ureaplasma che il medico ci sta facendo curare tramite antibiotico(finito oggi) premettendo che ho avuto il ciclo il 27/10 il dottore ha iniziato a monitorare il tutto dall ottavo giorno…giorno in cui nota che avevo già ovulato e pure da un bel po…intorno al 2/11-3/11 (troppo presto in realtà)e monitorando la Tb anche io mi ero accorta che già in questi giorni era aumentata fino ad arrivare ad oggi a 37,3 …le chiedo dai dosaggi ormonali e’ risultato tt nella norma,ma la causa della tanto ricerca ancora senza frutti può essere L ureaplama?e dato L ovulazione il mestruo quando dovrebbe arrivare a questo punto?
    Grazie per l eventuale risposta !

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. L’infezione può influire, ma non è probabilmente il fattore determinante.
      2. Ci aspettiamo l’eventuale mestruazione a circa 14-15 giorni dall’ovulazione.

    • Anonimo

      Quindi tra domani e domenica praticamente????…avendo avuto rapporti (non protetti prima di prendere L antibiotico e quindi in ovulazione)in caso di ritardo posso escludere di fare un test x via dell ureaplasma????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non escludiamo nulla, in caso di ritardo il test va fatto.
      Per esperienza raccomando comunque di non prendere per assoluta la datazione fatta con l’ecografia, aspetterei quindi almeno il 21-22 novembre.

    • Anonimo

      Le comunico che sono appena arrivate le tipiche macchie da “pre ciclo” quindi diciamo che L eco nn si e’ sbagliata….a suo Parere L ureaplasma quindi non influisce con la fertilità?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Come detto detto sopra, non in modo determinante.

    • Anonimo

      Ma allora se gli esami ormonali vanno bene,l ovulazione anche se nn tutti i mesi regolare c’è,e nel 2014 la prima gravidanza e’ arrivata senza alcun problema…da cosa potrebbe dipendere ????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non è facile rispondere… sperma e tube sono due possibili criticità, ma ovviamente sono solo le prime due possibili spiegazioni che mi vengono in mente, in realtà in alcuni casi si parla di infertilità inspiegata (sine causa).

    • Anonimo

      Ma le tube possono presentare qualche problema nonostante già una gravidanza si sia instaurata in passato????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sottolineo con decisione che NON sto dicendo che le tube siano chiuse e la gravidanza passata rimane sicuramente un motivo di ragionevole tranquillità, ma 5 anni non sono pochi e possono cambiare molte cose.

    • Anonimo

      Cosa mi consiglia allora?

    • Anonimo

      La aggiorno della situazione di oggi:tb a 37 e se vado in bagno ho leggerissime macchioline rosate che trovo solo se “insisto” a pulire ma ancora niente ciclo abbondante…

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Da quanti mesi sta cercando questa gravidanza?
      Relativamente a questo ciclo non possiamo fare altro che aspettare… Normalmente quanti giorni passano tra un ciclo e il successivo?

    • Anonimo

      Questa gravidanza da 3 anni (xche x motivi di salute infatti x questo L interruzione terapeutica ci siamo dovuti fermare).di solito tra un mestruo e L altro 30/35 gironi (irregolare) ma stavolta come si è evinto dalle analisi ormonali e dall eco ho praticamente ovulato a fine mestruzione (eco fatta il 4/11 e già avevo ovulato)detto ciò quando ho avuto la prima gravidanza non ho riscontrato nessuna macchia nei giorni di ritardo mentre oggi ho lievi macchie rosate quindi penso stiano arrivando (macchie che ripeto devo cercare io e nn scendono)

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Restiamo a vedere…

      Da un punto di vista più generale, dopo tre anni di ricerca è necessario continuare a collaborare con il ginecologo, che valuterà eventualmente possibili aiuti.

    • Anonimo

      Buongiorno,stamattina ancora nulla Tb a 37,00 e il muco e’ diventato marroncino (sempre che lo cerco io)

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Eviterei di andare volontariamente alla ricerca del muco, non c’è davvero alcuna utilità nel farlo e rischia fastidiose irritazioni ed infezioni. Se ritiene che il ciclo sia in ritardo l’unico modo per capire se possa essere incinta è con un test.

  8. Claudietta

    Buongiorno dottore, sono Claudia, ho 31 anni e sono da poco alla ricerca della mia prima gravidanza. All’età di 17 anni sono stata operata di sactosalpinge bilaterale: tube compromesse causa liquido dovuto a Clamidia. Le tube non sono state asportate, ma ripulite e drenate. Dall’operazione sono subito stata bene e dai controlli fatti ogni anno tutto bene. Però per quanto ne sappia il liquido può aver bruciato le ciglia presenti all’interno delle tube e chiuso le tube, e l’operazione può aver causato molte aderenze. Non ho fatto esami specifici per verificare la pervietà delle tube perché è sconsigliato nel mio caso. Secondo lei ho possibilità di rimanere incinta naturalmente? Ho paura per la mia salute e rischiare una gravidanza extrauterina e ho paura che la mia fertilità sia compromessa per sempre… Io vivo con questo dubbio da 14 anni…. La ringrazio anticipatamente.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      La ringrazio per la fiducia, ma onestamente non sento di avere l’esperienza e le competenze per rispondere.

  9. Lulu

    Buongiorno,volevo chiederle l’ureaplasma (risultato tramite tampone cervicale)può incidere con un infertilita’ che dura da tre anni?Da altri Pap test e visite varie non era mai risultato è stato riscontrato solo con il tampone cervicale.Premettendo che abbiamo già avuto una gravidanza,questa infezione potrebbe essere la causa????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Un’infezione può sicuramente avere un certo peso, ma probabilmente non essere l’unica responsabile.

    • Anonimo

      Questo mese facendo i dosaggi ormonali,al 21 giorno pm risultata progesterone bassissimo e quindi mancanza di ovulazione (riscontrata pure dalla misurazione della Tb che è rimasta bassissima)…ma il 13/12/2019 sono iniziate delle macchie Marroni e delle perdite di sangue (pochissime) che ad oggi sono terminate;da cosa dipende tutto ciò e le chiedo inoltre posso considerarlo Ciclo mestruaLe????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Temo sia impossibile dare una risposta certa purtroppo; se le perdite fossero state molto scarse potrebbero anche essere coincise con l’ovulazione. Di norma il flusso è più abbondante?

    • Anonimo

      Si assolutamente più abbondante e più lungo (come giorni intendo).la cosa che però non mi convince e’ che se si fosse trattato di ovulazione la tab tipo stamattina dovrebbe essere più alta mentre oggi misurata risulta 36,5 quindi bassa per trattarsi di un post ovulazione esatto?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, esatto, in questo caso potrebbe essere il risultato di un evento occasionale e privo di significato, oppure una sorta di reset dell’organismo dopo la mancata ovulazione (“falso ciclo”); ovviamente in caso di dubbi senta anche il parere del ginecologo.

    • Anonimo

      Quindi devo considerare una sorta di nuovo inizio e pensare che L
      Ovulazione deve ancora avvenire giusto?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      È una delle possibili spiegazioni.

    • Anonimo

      Qualche mese quello che lei mi diceva (sorta di reset) si è verificato infatti dopo qualche giorno
      Dalla fine,di quello che io pensavo fosse un ciclo mestruale,ho ovulato …ovulazione constatata dai dosaggi ormonali …e il ginecologo mi disse perciò che non si era trattato di ciclo mestruale,x cui credo che anche stavolta si sia verificato
      Ciò?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è assolutamente possibile.

    • Anonimo

      Ma quindi e’ come se io
      Aspettassi L ovulazione adesso?nel senso come se fossi partita dal 1 giorno dopo il ciclo?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Come se si trovasse al primo giorno di ciclo; come detto è una possibile spiegazione, non necessariamente quella corretta.

    • Anonimo

      Al primo giorno post mestruo vuole
      Dire??????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Per convenzione il primo giorno del ciclo, quello da cui iniziare a contare, è il primo giorno di flusso mestruale, non il primo dopo il flusso.

    • Anonimo

      Quindi in teoria io adesso dovrei aspettare il ciclo o L ovulazione?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Impossibile dirlo con certezza, stiamo ragionando su ipotesi.

    • Anonimo

      Buonasera,le chiedo …l’ Ureaplasma può aver danneggiato le tube?????

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo ritengo improbabile.

    • Anonimo

      Quindi pensa che un esame delle tube sia inutile dato che una gravidanza già c’è stata???

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      È una decisione che spetta al ginecologo, è in genere comunque l’ultimo esame che si fa, perché molto invasivo.

    • Anonimo

      MA un raschiamento invece può influire sulla pervieta’ delle tube?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Di norma no.

  10. Erika

    Gentilissimo dottore,
    Cos’è il corpo luteo? Ho detto al ginecologo che ho dolori continui al basso ventre più o meno dalla seconda metà del ciclo fino alla comparsa delle mestruazioni. E lui mi ha risposto che potrebbe essere il corpo luteo. È un anno e mezzo che cerco la seconda gravidanza ma ho già avuto due aborti spontanei.
    Grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Il corpo luteo è un tessuto che si forma a partire dai residui del follicolo, dopo l’ovulazione. SI forma tutti i mesi e, se non avviene la fecondazione, va incontro a degradazione spontanea durante le mestruazioni.

  11. Jennifer

    Buongiorno Dottore.

    Ieri sera,18 giorno del ciclo, ho avuto un rapporto dove si è rotto il preservativo..questa mattina ho misurato la tb ed è a 36.9
    Ho ovulato? È alto il rischio gravidanza? Solitamente il mio ciclo è di 27 giorni.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Senza i valori precedenti di temperatura purtroppo non è possibile dire se abbia ovulato.
      2. Valuti urgentemente il ricorso alla contraccezione d’emergenza (pillola dei 5 giorni dopo).

    • Jennifer

      la pillola del giorno dopo può creare problemi? Io sono allergica ai fans

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere è molto ben tollerata, ma ovviamente valuti tutto con il suo medico/farmacista.

    • Jennifer

      Grazie Dottore.

      Nel caso in cui l ovulazione sia già avvenuta ed io assumo lo stesso la pillola..cosa comporta ?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Chiedo scusa, purtroppo leggo solo ora; spero che tutto sia andato bene, in genere se si fosse già avvenuta la fecondazione la contraccezione d’emergenza non rappresenta un problema in quel momento.

  12. Anna

    Buongiorno dottore, da ragazza sono stata operata di sactosalpinge bilaterale. Non hanno tolto le tube ma solo drenate e pulite. A novembre 2019 cercavo la mia prima gravidanza e sono al primo tentativo rimasta subito incinta. Purtroppo era una extrauterina tuba sinistra. Mi hanno operato e hanno rimosso solo la gravidanza senza asportare la tuba. Dalla cartella clinica risultano entrambe le tube congeste e tortuose. Quindi, gentile dottore, secondo lei posso ritentare un’altra gravidanza naturale senza rischiare un’altra geu oppure devo ricorrere alla pma? Grazie mille cordiali saluti
    Anna

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Aver avuto una GEU la espone ad un aumento del rischio di averne una seconda; si tratta di un fattore di rischio, non della certezza che succeda.

      Alla luce di questo temo quindi che sia una decisione da prendere con il suo ginecologo, che valuterà se optare per un altro tentativo naturale (seguito da uno stretto monitoraggio) o se passare direttamente ad una PMA.

    • Anna

      Grazie Dottore.

  13. Valentina

    Buongiorno, sono tre anni che siamo alla ricerca di una gravidanza.
    Io ho 36 anni, il mio compagno 40.
    Abbiamo effettuato una marea di esami richiesti, le mie tube sono pervie, dallo spermiogramma risultano circa 8mila spermatozoi,non tantissimi.
    ho fatto due iui andate male;
    Siamo in lista per la fivet ad ortona.
    Tutti ci dicono infertilità sine causa, ma io non credo a questo.
    Lei potrebbe darmi qualche consiglio?
    Grazie di cuore .

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      8 mila o 8 milioni? In totale o per millilitro?

      Purtroppo se dagli esami non è emerso nulla temo sia proprio “sine causa”, che non vuol dire che non ci sia una causa specifica, ma solo che non abbiamo ancora i mezzi e le conoscenze per individuarla.

      Purtroppo temo di non poter aggiungere molto alla situazione, mi dispiace davvero.

    • Anonimo

      Mi scusi 8milioni
      Sorry.
      E grazie mille per la sua cortese risposta.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      8 milioni in totale o per millilitro? Nel caso sia per millilitro quanti millilitri in totale?

    • Valentina

      8milioni sptz/ml

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Quanti millilitri in totale?

  14. Alessandra

    Buon giorno dottore volevo un informazione, ieri alle 13 ho fatto la puntura del gonasi da 10.000 ma purtroppo la sera nn ho avuto rapporti, secondo lei é un problema? Va bene se lo faccio oggi?Dopo la puntura quando scoppia il follicolo? Grazie mille buona domenica

    • Alessandra

      Dimenticavo ho avuto un rapporto quasi 48 ore prima del gonasi

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, cerchi di averlo oggi se possibile.

    • Alessandra

      Grazie mille

  15. Alessandra

    Dottore buona sera, volevo un informazione. Sto facendo la cura clomid, gonasi 10000, Estraderm cerotti e progeffik. La puntura l ho fatta giorno 23 maggio e da un paio di giorni che ho nausea. Secondo lei può essere questa cura? E poi quando potrei fare un test di gravidanza? Grazie mille

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, è possibile che siano i farmaci.
      2. Primo giorno di ritardo per avere una ragionevole affidabilità.

    • Alessandra

      A uanti giorni dalla puntura posso fare un test?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Indicativamente direi 15-16.

  16. Valentina

    Buongiorno, volevo chiederle la differenza tra il meropur e il gonalf ho effettuato due iui, somministrando il meropur.
    Questa volta invece farò la fivet, e nel piano terapeutico c’è il gonalf.
    Volevo sapere le differenze.
    Grazie.
    Buona giornata.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      MEROPUR contiene due ormoni chiamati ormone follicolo stimolante (FSH) e ormone luteinizzante (LH). L’FSH e l’LH sono ormoni naturali, prodotti sia dai maschi che dalle femmine, che aiutano gli organi riproduttivi a lavorare correttamente.

      Gonal-f contiene invece solo FSH.

      Fonti: Foglietti Illustrativi

  17. Valentina

    Buonasera dottore.
    Dopo anni di tentativi senza risultati, potrebbe esserci un problema di incompatibilità?
    E se così fosse, ci sono delle soluzioni?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Si tratta di domande comprensibili, ma forse un po’ vaghe dal punto di vista strettamente medico.

    • Valentina

      Intendevo incompatibilità di genetica

    • Valentina

      Forse mi sono espressa male, mi scusi…
      Intendevo chiedere se ci fosse tipo un infertilità immunologica, oppure incompatibilità di fattore genetico.
      E se fosse così, soluzioni come la fivet potrebbero andare bene?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Nel caso fossero presenti anticorpi antisperma (immagino si riferisca a questa possibilità) la FIVET aggirerebbe questo ostacolo.

  18. Carla

    Salve Ho 43 anni faccio crinone xke cerco una gravidanza….il mio dubbio è che quando metto il crinone nei giorni successivi non vedo tracce ….come mai si riassorbe? Grazie cordiali saluti

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      È normale che sia così, il principio attivo viene assorbito e veicolato nell’organismo.

  19. Carla

    Salve Ho 43 anni…ho finito d prendere il crinone da giovedì sera….domenica m arrivano le mestruazioni ma piccole macchie oggi poco abbondanti …E normale? E dovuto all effetto del crinone?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Potrebbe essere legato alla sospensione di Crinone, oppure preannunciare l’arrivo del flusso.

    • Carla

      Grazie….mille…….un altra domanda….Io misuro tutti i giorni la temperatura basale……sono al 3 gg delle mestruazioni ieri 36.8….stamattina 37….come mai è alta la temperatura?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Ha tutti i valori dall’inizio del ciclo? In ogni caso nella seconda metà del ciclo è normale che sia leggermente più alta rispetto alla prima metà.

    • Carla

      Salve..primo giorno 37..secondo gg 36.8…terzo giorno 37…..tra l altro ho visto che le mestruazioni sono pieni d piccoli grumi tipo palline…..è scure…sarà stato il crinone a causare qsto? Grz sempre

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Sì, è assolutamente possibile.

  20. Anonimo

    Buonasera dottore le volevo chiedere fino a quando continuare ad avere rapporti considerando che ho un ciclo regolare di 28 giorni e l’ultimo ciclo risale al 20 luglio ho iniziato ad avere rapporti altri dal 30 luglio. Da premettere che avverto sempre l’ovulazione per i dolori alle ovaie e dal muco cervicale..stavolta non ho niente di tutto questo per la prima volta,a parte qualche pizzico ogni tanto alle ovaie ma di muco cervicale stavolta niente cosa potrebbe significare?grazie

  21. Anonimo

    Scusi dottore non riesco a capire bene, perché dice che per l’ovulazione è ancora presto??..in base al calendario che mi ha dato lei mi porta come probabilità più alta (50%) il 31luglio man mano diminuisce fino al 9 agosto.

  22. Anonimo
  23. Anonimo
    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Chiedo scusa, errore mio, leggendo avevo memorizzato il 30 luglio come data di inizio dell’ultimo ciclo anziché come data di inizio dei rapporti. Ha assolutamente ragione lei; il fatto che questo mese non abbia avuto specifici sintomi non è un grosso problema; premesso che occasionalmente è normale avere cicli anovulatori, molto più probabilmente tutto si è svolto regolarmente e per qualche motivo i sintomi non sono stati avvertiti.

      Probabilmente ancora 2-3 giorni di rapporti (non necessariamente quotidiani) sono più che sufficienti.

    • Anonimo

      La ringrazio tanto dottore.

    • Anonimo

      Mi scusi se la disturbo ancora ma le volevo chiedere un’altra cosa.
      Stamattina quando sono andata a fare pipì ho notato( mi scusi per la terminologia) che è rimasto alla fine della pipì un muco filamentoso lungo che ho dovuto togliere con la carta igienica….cosa vuol dire che ho ovulato??e quando devo avere i rapporti?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      In questi giorni avverte sensazione di bagnato? È presente muco cervicale a chiara d’uovo?

    • Anonimo

      Sensazione di bagnato stavolta mi sembra di no ma il muco cervicale era quasi trasparente

  24. Anonimo
  25. Anonimo

    È la prima volta che non riesco a capire la mia ovulazione di solito me ne accorgo sempre dai dolori,dalla sensazione di bagnato e dal muco cervicale….ma stavolta è diverso.non so che pensare

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Se il muco era filante con buona probabilità sono giorni fertili.

    • Anonimo

      Quindi i rapporti che ho avuto prima non erano sufficienti?devo iniziare da adesso?

    • Anonimo

      Fino a quando?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      In genere si procede fino a 1-2 giorni dopo l’ovulazione, che potrebbero corrispondere a 2-3 dopo la scomparsa del muco (restando larghi).

      È ragionevolmente consigliabile che i rapporti non diventino un appuntamento stressante, meglio uno in meno ma senza forzature.

    • Anonimo

      Grazie mille

  26. Rossella

    Buongiorno dottore volevo sapere una fase luteale di 12 giorni va bene per iniziare una gravidanza? Prima dell’aborto biochimico avuto il 12 luglio a 4+4 la fase luteale era di 13. Ora non so se questo mese è stato un caso oppure si è accorciata. Grazie mille e buona domenica

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      È un po’ al limite, ma sufficiente (sono comunque normali piccole variazioni da un mese all’altro).

    • Rossella

      Quindi secondo lei dovrei chiedere al mio ginecologo qualche aiuto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Probabilmente ad oggi non c’è ragione, ma nessuno meglio di lui/lei può valutare la situazione.

    • Rossella

      Ok. Magari domani lo telefono e vediamo cosa mi dice. Comunque ho pensato che visto che l’ovulazione avviene 17 ore dopo il picco a me doveva avvenire nella notte del 26. Il ciclo mi è venuto ieri verso le 17/18. Quindi può essere per questo che invece di 13 giorni è stata di 12?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Temo sia impossibile fare conti così precisi, l’ovulazione si verifica in genere 24-36 ore dopo il picco, ma quello che lei rileva con il test non ha modo di sapere se sia proprio il picco, oppure la fase di aumento/diminuzione dello stesso (se non fossi riuscito a spiegarmi provi ad immaginare un grafico con l’andamento ormonale, quando lei rileva il picco non ha modo di sapere dove si trovi esattamente sulla forma a campana del picco).

    • Rossella

      Dalla tb ho ovulato il 26/07. Il test ha iniziato ad essere positivo il 24/07 alle 16 ed il picco il 25/07 alle 12. Comunque domani chiamo il ginecologo e gli chiedo se sia il caso di prendere del progesterone o meno.

  27. Perla

    Buon pomeriggio dottore . Ultimi ciclo 8/08 prendi tb e uso stick canadesi. Ieri nel pomeriggio lo stick ha iniziato ad essere positivo e stamattina ho avuto l’apice. Ho avuto rapporti al 8 pm, 11 pm e 12 pm. Oggi mi trovo al 13 pm. Non so se riuscirò ad avere un rapporto anche stasera ma ci proverò. Eventualmente non riuscissi i due rapporti al 11 e 12 pm vanno bene?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Assolutamente sì.

    • Perla

      Dottore ma di norma dopo l’apice quando avviene l’ovulazione? Nei 4 cicli passati 2 volte mi è venuta il giorno dopo al secondo giorno di apice, 1 volta al secondo giorno di apice e 1 volta a 2 giorni dal secondo giorni di apice tutto questo visto dalla tb. Ho paura che il rapporto di ieri sera alle 23 sia troppo lontano. Spero di averne uno anche stasera da stare più tranquilla.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      24-48 ore circa.

      Sicuramente meglio un rapporto più che uno in meno, ma quelli avuti in giorno 11 pm e 12 pm erano sicuramente in giorni fertili; eventualmente anche domani potrebbe essere ancora buono.

    • Anonimo

      Proverò in tutti i modi ad averne uno stasera altrimenti vedo domani

    • Perla

      Comunque su internet ho letto che l’ovulazione avviene 36 ore da quando inizia ad essere positivo lo stick e 17 ore dopo il picco. Speriamo bene che arrivi questa gravidanza visto che a giugno ho avuto anche un aborto biochimico.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      La realtà non è così chiaramente definita, anche perché quando lei rileva il picco probabilmente non è esattamente in cima alla curva (il picco può essere rilevato per 24 ore o più).

    • Perla

      Capito. Ma avendo avuto due rapporti in tarda serata cioè alle 22/23 avrei più speranza anche se l’ovulazione avvenisse il 22? Comunque io faccio gli stick più volte al giorno da quando inizia ad essere positivo fino a quando diventa negativo e inoltre li abbino alla loro app quindi seguo bene l’andamento del LH

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Se segue l’andamento con scientifica curiosità OK, ma è importante che la ricerca non diventi causa di ansia o preoccupazione; ci sono troppe variabili in gioco per poter pensare di controllare tutto.

      Come detto OK per i rapporti avuti, se possibile meglio un rapporto in più che uno in meno in linea generale, ma senza ansie.

    • Perla

      Buonasera dottore come è possibile che dalle 11 stamattina alle 19 ho ancora picco lh? Purtroppo mio marito ha mal di gola quindi niente rapporto stasera, forse proveremo domani.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Perché lo stick si positivizza oltre una certa soglia non solo sulla punta del picco, quindi rimane positivo sia sul braccio destro che su quello sinistro del picco (immaginandolo riportato su un grafico).

    • Perla

      Spero che il rapporto di ieri al 12 pm alle 23 sia giusto per avere una gravidanza. Se mio marito starà meglio proveremo anche domani. Se non dovesse andare ci riproveremo il prossimo ciclo.

    • Perla

      Buon pomeriggio dottore ho appena fatto lo stick canadese ed è risultato negativo. L’ovulazione è avvenuta oggi? Sul l’app abbinata agli stick mi dice che avviene tra 24/48 ore però non mi trovo con i risultati della tb dei cicli precedenti che mi dava l’ovulazione il giorno dello stick negativo. Solo un ciclo ho avuto l’ovulazione al secondo giorno di negativo e in un’altro ciclo ho avuto l’ovulazione il secondo giorno di picco. Comunque proverò ad avere un rapporto stasera sempre se mio marito stia meglio con il bruciore alla gola.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Potrebbe essere appena avvenuta o avvenire a breve.

    • Perla

      Dottore ma posso avere rapporti se mio marito ha bruciore alla gola?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Se suo marito se la sente non c’è problema. Eviterei se c’è febbre, per il dubbio covid.

    • Perla

      Purtroppo non se l’è sentita di avere un rapporto ha paura di infettarmi. Speriamo allora che i rapporti al 11 e 12 pm (18 e 19) possano andare bene. Incrocio le dita.

    • Perla

      Sempre che l’ovulazione sia avvenuta oggi perché se avvenisse domani sono troppi giorni di distanza 18/19 a 22.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      No, in teoria 4 giorni non sarebbe impossible. Mi tenga al corrente.

    • Perla

      Buongiorno dottore credo di aver ovulato ieri perché la temperatura da 36,40 è salita a 36,66 ma so che devo aspettare i 3 rialzi.
      Vi riporto la tb di questo mese.
      8/08 36,71
      9/08 36,66
      10/08 36,57
      11/08 36,67
      12/08 36,52
      13/08 36,43 rapporto
      14/08 36,58
      15/08 36,46
      16/8 36,52
      17/08 36,43
      18/08 36,26 rapporto
      19/08 36,17 stick pos. + rapp.
      20/08 36,46 stick pos.
      21/08 36,40 stick neg.
      22/08 36,66
      Il 19/08 mi sono svegliata alle 5 perché mia figlia doveva alzarsi quindi ho preso la tb 1/2 ore prima. Secondo lei ho ovulato il 21/08?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Sì, mi sembra plausibile.

    • Perla

      Buongiorno dottore stamattina la tb era 36,8. Lo so che devo aspettare domani per avere conferma ma ormai prendendo la tb da 5 mesi sono quasi certa di aver ovulato il 21. Comunque volevo chiederle ma il rialzo di 0,2-0,5 gradi si ha prendendo la temperatura dell’ovulazione oppure dalla coverline?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Coverline.

    • Perla

      Secondo lei il mio rialzo va bene?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      In genere non esiste bene/male valutando la temperatura basale, ci sono alcune donne che ovulano regolarmente che non mostrano alcun rialzo.

    • Perla

      Buongiorno dottore stamattina tb a 36,84 quindi confermata l’ovulazione il 21. Ora attendo se c’è stato il concepimento. Le farò sapere. Buona giornata.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Ottimo, incrocio le dita.

    • Perla

      Scusatemi ancora dottore. Vorrei chiederle ma avere rapporti dopo in concepimento può precludere l’annidamento o causare aborto? Ve lo chiedo perché ho appena chiamato il mio ginecologo perché avendo avuto un aborto biochimico a giugno volevo sapere se dovevo fare una profilassi contro l’aborto. Lui mi ha risposto di aspettare se il ciclo non arriva ed eventualmente solo allora mi da qualcosa. In più si è raccomandato che io non abbia più rapporti. Come mai?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Assolutamente no, nessun rischio, ma dopo un aborto in taluni casi si preferisce aspettare un ciclo naturale prima di riprendere la ricerca.

    • Perla

      Si infatti questo è stato il primo ciclo dopo l’aborto. Che poi con il ciclo dell’aborto ho anche ovulato regolarmente come se niente fosse successo. Infatti il ciclo successivo è arrivato dopo 27 giorni.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Sì, in caso di aborti biochimici in genere l’organismo non fa una piega (per chi si trova a viverlo non è mai facile, ma si tratta in realtà di fenomeni molto più comuni di quanto pensiamo).

    • Perla

      Dottore buongiorno sono un po’ preoccupata perché ho dovuto buttare l’insetticida per le formiche. Mica mi può causare problemi? Potrebbe causare problemi all’impianto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Se usato correttamente non c’è alcun pericolo.

    • Perla

      Cosa intende per usare correttamente? Io l’ho spuzzato dove ci sono le formiche più mi sono allontanata e sono ritornata dopo 10 minuti. Comunque avevo tutto aperto.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Lavarsi le mani dopo averlo utilizzato, evitare di respirarlo, … cose normali insomma.

    • Perla

      Evitare di respirarlo è un po’ difficile visto che mentre si getta non è che si trattiene il respiro.
      Comunque la composizione dell’insetticida è:
      Tetrametrina pura 0,18 %
      Piperonil butossido puro 0,90 %
      Solventi e propellenti q.b. 100%

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Come detto, se usato correttamente non c’è alcun problema.

    • Perla

      Buon pomeriggio dottore. Oggi pomeriggio dopo quasi tre ore di sonno ho misurato la tb ed era 37,43. Potrebbe essere attendibile?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Purtroppo no, serve misurarla al mattino ed avere tutti i valori da prima dell’ovulazione.

    • Perla

      Stamattina era 37,04, sono a 7 po.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      In questo sembra confermata l’ovulazione (almeno in relazione agli altri valori che mi aveva scritto), ma al momento non ci dice nulla di più.

    • Perla

      Capito. Comunque a giugno al 6 po ho avuto il calo da impianto ed ero incinta mentre questo mese no quindi mi sa che dovrò riprovarci a settembre.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Non darei assolutamente peso a queste ipotesi, non ha modo di avere la certezza che il calo registrato fosse effettivamente legato all’impianto.

    • Perla

      Buongiorno dottore stamattina tb 37 e sono a 8 po. Comunque sono 2/3 giorni che mi sento molto accaldata. Potrebbe essere segno di gravidanza?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Non do alcun sintomo ai possibili sintomi di gravidanza, conta solo il test (che comunque non farei prima del ritardo).

    • Perla

      Purtroppo dottore sono un po’ avvilita perché a giugno sono rimasta incinta ma ho avuto una biochimica e ci ho impiegato 4/5 mesi. Ora non vorrei che ci debba impiegare ancora altri mesi. Io ho 37 anni e mio marito 47. Ho già una figlia di 16 anni e 14 anni fa ho avuto un aborto all’8 settimana. Da allora non ci abbiamo mai più provato fino a gennaio di quest’anno. Io assumo anche inofolic, prima prendevo una sola bustina invece dal 21/07 ne prendo due di mia iniziativa. Non ho ovaio policistico però il ginecologo me lo ha prescritto credo per l’età.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Comprendo il suo stato d’animo, ma da un certo punto di vista quanto capitato a giugno dovrebbe invece darci fiducia, perché prova che la coppia è fertile.

    • Perla

      Diciamo anche che noi non abbiamo moltissimi rapporti nei giorni fertili massimo 1/2. Purtroppo capita sempre qualche imprevisto. Se non dovesse andare al prossimo mese cercheremo di impegnarci un po’ in più.

    • Perla

      Buongiorno dottore innanzitutto buona domenica. Ieri sera mi è capitata una cosa che mi ha fatto preoccupare. Rientrata a casa ho disinfettato le mani prima con il gel disinfettante e poi le ho lavate con acqua e sapone, poi ho fatto la pipì e ho ispezionato la cervice. Dopo un po’ ho avvertito un leggero bruciore alla vagina. Visto che nel gel c’è l’etanolo potrei aver causato problemi ad un eventuale feto? Inoltre stamattina la tb era 37.01 (sono tre giorni che si aggira tra 37,04 e 37,01). A giugno dal 7 po è rimasta stabile a 36,9 per molti giorni. Spero che sia un buon segno.

    • Perla

      Comunque dottore la cervice è alta ma dura…A giugno, quando ho avuto la biochimica, già al 9 po la cervice era alta e soffice. Non mi resta che aspettare il ciclo tra il 3/4 settembre.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      No, direi che non c’è alcun rischio per le tracce di etanolo, ma onestamente non consiglio di affidarsi alla valutazione della cervice (il rischio di causare piccole infezioni e fastidi non giustifica le informazioni che può fornire, a mio avviso.).

    • Perla

      Quindi secondo lei non dovrei dare peso alla cervice? Potrei avere ancora speranze?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Finché non compare il flusso mestruale possiamo certamente sperare.

    • Perla

      Invece la tb come la vede? Non mi è mai capitato 3 giorni di seguito 37. Solo a giugno con la biochimica ho avuto dal 7 po 36,9 per molti giorni. Speriamo che domani sia ancora sui 37 se non superiore. Ci spero davvero tanto che questa sia la volta buona.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Nella valutazione della temperatura l’unica cosa importante è che non scenda (preannunciando la comparsa del flusso mestruale), per il resto l’unica altra informazione che può dare è che diventa interessante quando rimane “alta” per almeno 16-18 giorni consecutivi senza mestruazione.

    • Perla

      Capito. Allora ci sentiamo verso il 4/5 settembre e le farò sapere se è andata a buon fine.

    • Perla

      Buongiorno dottore stamattina tb a 37,05 e sono al 10 po. Comunque guardando il grafico di giugno quando sono rimasta incinta, il grafico è identico, anche il calo al 6 po (però a giugno era molto evidente). Speriamo sia una bella coincidenza e non solo un caso. Voi cosa pensate?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Non associo alcun valore informativo all’andamento di giugno, quindi allo stesso modo ritengo che non possiamo illuderci ora; la temperatura basale (purtroppo) non può fornire questo tipo di informazione.

    • Perla

      Buongiorno dottore stamattina tb a 36,85, ieri era 37,05. Sono a 11 po. Spero solo che la fase luteale non si sia accorciata e non mi arrivi il ciclo oggi. Di solito è di 13. Sarà per il prossimo mese, pazienza.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Secondo pone troppa enfasi alla valutazione della temperatura basale nel post-ovulazione; è un metodo che richiede di valutare l’andamento, non il singolo valore giorno per giorno.

    • Perla

      Comunque ho anche i classici sintomi premestruali nonché le occhiaie che anticipano di 2/3 giorni il ciclo.

    • Perla

      Buongiorno dottore purtroppo come temevo il ciclo è tornato. La cosa però che mi spaventa di più è che la fase luteale è stata di 11 quindi si è accorciata ancora. Secondo lei chiamo il ginecologo per farmi prescrivere il progesterone per farla allungare? Prima della biochimica era 13. Com’è possibile che poi di 12 e ora addirittura di 11?

    • Perla

      Sono davvero avvilita dottore.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Anche se è comprensibile, a mio avviso si sta facendo un pochino prendere dall’ansia e questo può influire anche sulla regolarità del ciclo; senta il ginecologo, ma è probabile che le consigli solo di stare tranquilla e provare ad aspettare ancora qualche mese.

    • Perla

      Buongiorno dottore, scusatemi se la disturbo ancora. Volevo sapere ma con l’ovaio policistico ci si nasce oppure può insorgere anche in secondo momento?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Non si nasce, può comparire con l’arrivo dell’età fertile.

    • Perla

      Forse ho sbagliato a formulare la domanda? Volevo sapere è una condizione che esiste da subito o può comparire in qualsiasi momento dell’età fertile?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Può comparire in qualsiasi momento, per esempio in alcune donne è legata a doppio filo con il peso corporeo (compare in caso di sovrappeso, sparisce nel caso di recupero del peso forma), ma non è l’unico fattore di rischio né l’unica causa (non è purtroppo ancora perfettamente compreso).

    • Perla

      Gliel’ho chiesto perché sono più o meno 10 anni che mi sono comparsi dei peli scuri sul mento. Poi da sempre ho avuto molti peli sull’avambraccio e sulle gambe inferiori. Però dall’ecografia il ginecologo non mi ha mai accennato a questa cosa.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      La sindrome dell’ovaio micropolicistico è una condizione molto particolare, che in alcuni casi paradossalmente può essere diagnosticata anche in assenza di cisti.

    • Perla

      Dovrei fare analisi specifiche per poterla diagnosticare? Ho pensato questo mese di fare dosaggi di testosterone, adrenalina, cortisolo, tiroide e al 21esimo giorno progesterone.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Il referente è il ginecologo (o l’endocrinologo), non faccia esami/approfondimenti se non espressamente prescritti.

    • Perla

      Ho appena chiamato il ginecologo che mi ha prescritto esami FSH e LH. Però io mi chiedo, se gli stick mi rilevano il picco lh e la tb l’ovulazione non significa che questi ormoni funzionano bene?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Il loro dosaggio permette di esplorare anche altre ipotesi, tra cui proprio quella di ovaio policistico (in cui l’LH è più di 2.5 volte l’FSH). Forniscono in pratica informazioni in più.

    • Perla

      Ok grazie mille.

    • Perla

      Scusatemi ancora dottore, mi sono dimenticata di dirvi un’altra cosa. È da ottobre scorso che soffro anche di dermatite seborroica al viso, più precisamente dietro la attaccatura della testa, sotto al collo vicino le orecchie, attorno al naso e sulle sopracciglia. Mi viene una volta al mese sempre in concomitanza dell’ovulazione. Ho letto anche c’è un collegamento con l’ovaio policistico. Volevo aggiungete che 1 volta a settimana vado da mio padre che ha dei gatti.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Il suo dubbio è se questi aspetti possano in qualche modo influire?

    • Perla

      Il mio dubbio è avendo questa dermatite (il mio curante mi aveva diagnosticato eczema e dato cura con ovixan crema) potrebbe essere un’altro sintomo di un eventuale ovaio policistico.

    • Perla

      E magari se la causa dell’eczema fosse in allergia al gatto e non un sintomo di ovaio policistico.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Lo ritengo poco probabile sembra un po’ troppo localizzato.

    • Perla

      Quindi potrebbe essere un sintomo di ovaio policistico e non da allergia al gatto giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Escluderei che sia legato al gatto; il legame con l’ovaio policistico è in teoria possibile, ma non salterei a conclusioni.

    • Perla

      Comunque domani inizio con gli esami fsh e lh, estradiolo e io aggiungerei anche testosterone. Vi aggiornerò sui risultati.

    • Perla

      Buonasera dottore, facendo un po’ mente locale mi sono ricordata che a gennaio, durante la visita di controllo, il ginecologo voleva prescrivermi il clomid, poi ci ha ripensato e mi ha segnato inofolic una bustina al giorno. Ho letto che sia il clomid che l’inofolic si fa a chi ha ovaio policistico. Ma dico io perché sul referto non mi ha scritto che ho l’ovaio policistico? Mi ha sempre detto che ho tutto nella norma? Forse voleva darmi il clomid per l’età e mi ha dato poi l’inofolic? Ho 37 anni.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Clomid favorisce l’ovulazione, ma non è prescritto solo alle donne affette da ovaio policistico.

    • Perla

      La cosa strana è che io ovulo. Infatti a quella visita al 21esimo giorno feci progesterone ed avevo ovulato. Non avevo ancora iniziato a prendere inofolic, l’ho iniziato dopo l’ovulazione e comunque una sola bustina al giorno quindi non al suo dosaggio. Poi nei mesi successivi ho iniziato a monitorare con tb e ho avuto sempre un andamento bifasico. Quindi davvero non capisco il perché volesse darmi prima il clomid e poi mi ha dato inofolic. Credo a questo punto per accelerare i tempi per avere una gravidanza. Alle mie richieste di fare le analisi mi ha sempre detto che non servivano perché lui dall’ecografia vedeva che il mio utero stava bene. Comunque lunedì avrò i risultati delle prime analisi (FSH, LH, estradiolo, prolattina e testosterone) e le farò sapere come sono. Buon domenica.

    • Perla

      Buonasera dottore ho ritirato le analisi vi metto i risultati.
      ESTRADIOLO 24,9 pg/ml valori di riferimento fase follicolare 15,0-150
      FSH 12 mIU/ml valori di riferimento fase follicolare 2,0-20,00
      LH 5,8 mUI/ml valori di riferimento fase follicolare 2,0-22,00
      PROLATTINA 7,5 ng/mL valori di riferimento donna 3,00-30,00
      TESTOSTERONE 0,38 ng/mL valori di riferimento donna 0,10-1,20.
      Come sono queste analisi secondo lei? Ciò che mi preoccupa è l’FSH più alto dell’LH.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Mi ricorda in che giorno del ciclo li ha fatti?

    • Perla

      Terzo giorno del ciclo come da prescrizione del ginecologo.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Sì, in effetti è quello il valore che salta un po’ all’occhio anche a me… il resto mi sembra tutto bene.

    • Perla

      Quale potrebbe essere la causa? Riserva ovarica bassa?

    • Perla

      L’estradiolo come lo vede? Comunque ho 37 anni.

    • Perla

      Ili ginecologo mi ha risposto e mi ha detto che le analisi vanno bene. Ha detto di vedere se in questo ciclo ci sarà una gravidanza altrimenti il prossimo mese mi ha detto di provare con il clomid.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Ottimo, mi tenga al corrente.

    • Perla

      Ma secondo lei perché mi ha consigliato il clomid? Per anticipare i tempi visto che ho 37 anni?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Molto probabilmente sì.

    • Perla

      Scusatemi ancora dottore. Ma la tb è attendibile? La prendo da aprile e ho sempre avuto l’andamento bifasico. Ciò significa che ovulo giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Giusto.

    • Perla

      Buongiorno dottore scusatemi se la disturbo ancora. Sono alcuni giorni che sto notando delle perdite liquide trasparenti miste a perdite bianche sempre liquide. Di solito le perdite bianche liquide le ho in fase luteale. Sono normali queste perdite?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      In assenza di altri sintomi (fastidio, bruciore, prurito, arrossamento, cattivo odore, …) non darei particolare peso. Se siamo verso metà ciclo e le perdite sono filamentose potrebbe ovviamente indicare l’imminenza dell’ovulazione.

    • Perla

      Buongiorno dottore mercoledì ho fatto anche l’AMH. Come dovrebbero essere i valori per essere sicura di avere una gravidanza? Ho 37 anni.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)
  28. Perla

    Buongiorno dottore e buona domenica. In questo mese ho avuto rapporti i giorni 5-8-9-12 del ciclo. Il giorno 11 lo stick è diventato positivo. Volevo avere rapporti il giorno 11 in serata e anche il 12 ma è successo verso le 1 quindi già al 12 giorno. Secondo lei se ho un rapporto anche stasera va bene? E se invece non riuscissi potrei sperare lo stesso? L’ovulazione dovrebbe avvenire il giorno 13 del ciclo.

    • Perla

      Inoltre dottore qual’è la sopravvivenza minima degli spermatozoi magari eventualmente di uno sperma non di buona qualità?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      1. Meglio un rapporto in più che uno in meno, ma non deve diventare un compito da svolgere ad ogni costo o tassativamente in certi giorni e non in altri.
      2. La sopravvivenza minima è zero, propria ad esempio di uno sperma caratterizzato da pochi spermatozoi, magari poco mobili, …

    • Perla

      Ok. Se riusciamo ad avere un rapporto oggi bene altrimenti aspetterò se arriva o meno il nuovo ciclo. Comunque a giugno quando rimasi incinta della biochimica avevo avuto rapporti 2/4 giorni prima dell’ovulazione, quindi penso che la sopravvivenza degli spermatozoi di mio marito sia di almeno 2 giorni, giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Direi che è assolutamente plausibile.

    • Perla

      Vi farò sapere come andrà questa volta. Grazie mille per il tempo speso per me.

    • Perla

      Dottore scusatemi ancora, ho tradotto ciò che c’è scritto sulle istruzioni degli stick canadesi che uso e c’è scritto questo:
      se la linea del test è uguale o più scura della linea di controllo, stai sperimentando il picco ormonale che indica che ovulerai presto, di solito entro 24-48 ore dal picco. Se vuoi essere incinta, il momento migliore per avere rapporti sessuali è dopo 24 ore ma prima di 48 ore.
      Allora a me ieri verso le 5 l stick ha iniziato ad essere positivo cioè le linee erano dello stesso colore, mentre oggi alle 11 quella di sinistra era più scura. Ora io mi domando da che giorno devo contare 24/48? Da ieri oppure da oggi?

    • Perla

      Buonasera dottore sono riuscita ad avere un rapporto anche stasera…speriamo bene

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      1. Da ieri.
      2. Ottimo!

    • Perla

      Buongiorno dottore, stamattina la tb è 36,57 ieri invece era 36,38, crede che abbia ovulato ieri?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      È possibile, ma aspettiamo di vedere i prossimi giorni.

    • Perla

      Ho avuto un rapporto 4 giorni prima, 3 giorni prima e uno verso le 1 di notte e un’altro alle 22:30 del presunto giorno di ovulazione. Vanno bene? Ormai non ci spero più perché le sto provando tutte.

    • Perla

      In più ho avuto muco fertile da 3 giorni prima fino a ieri.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Senza illuderci possiamo sicuramente spearare.

    • Perla

      Comunque i valori tb sono questi:
      2/09 36,74
      3/09 36,69
      4/09 36,75
      5/09 36,69
      6/09 36,59
      7/08 36,45
      8/09 36,48
      9/09 36,43
      10/09 36,33
      11/09 36,43
      12/09 36,21
      13/09 36,38
      14/09 36,57

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Stiamo a vedere i prossimi giorni.

    • Perla

      Ok grazie dottore

    • Perla

      Dottore ho fatto lo stick canadese e mi da ancora picco, diciamo che da ieri sera alle 9 la linea di sinistra non è più marcata ma adesso è ancora uguale a quella di controllo. Tre giorni di picco non mi era mai successo. Mi devo preoccupare?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      No, tutto nella norma.

    • Perla

      Quindi penso proprio di non aver ovulato ieri, al massimo oggi se non proprio domani. Giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Aspettiamo di vedere la temperatura dei prossimi giorni.

    • Perla

      Dottore oggi pomeriggio il test è diventato negativo. Ora aspettiamo nei prossimi giorni per individuare se l’ovulazione è avvenuta ieri oppure oggi. Comunque ieri nel tardo pomeriggio per 1/2 ore ho avuto dei dolori al lato sinistro tipo come se mi tirasse, potrebbe essere starà l’ovulazione? Non ho spesso di questi dolori anzi quasi mai, forse più quando ero giovane. Ma non so se associarli ad ovulazione.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Mi sembra plausibile che possa essere stata l’ovulazione.

    • Perla

      Dottore ho appena ritirato le analisi dell’AMH.
      Il valore è 0,97 ng/ml
      Valori di riferimento:
      18-25 anni 1-13,40
      26-40 anni 0,20-7,40
      41-45 anni 0,01-3,40
      >46 anni 0,01-1,20
      Volevo ricordarle che ho 37 anni

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Probabilmente speravamo di vedere un valore superiore; il ginecologo l’ha già sentito? Cosa ne pensa?

    • Perla

      Veramente le analisi le ho fatte di testa mia, per il ginecologo non erano necessarie altri esami.

    • Perla

      Con questi valori posso sperare in una gravidanza?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      A prescindere dai valori, che a questo punto possono diventare causa di ansia immotivata, la biochimica di giugno ci dice di sì.

    • Perla

      Comunque la cosa che mi fa rabbia è che il ginecologo doveva prescrivermele queste analisi. Se non le facevo io non sapevo la situazione come è. Ma un basso AMH è indice di scarsa qualità degli ovociti?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Non sono d’accordo, si procede per gradi.
      Lei arriva da una biochimica che ci permette un cauto ottimismo; adesso questo esame ha avuto il solo risultato di generare ulteriore ansia.

      Come le ho sempre detto non condivido l’auto-prescrizione di esami, la fertilità (la medicina in genere) non è solo questione di numeri.

    • Perla

      Potrò avere una gravidanza in modo naturale oppure mi consiglia di usare il clomid al prossimo ciclo?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      È una decisione che spetta solo e soltanto al suo ginecologo, deve fidarsi di lui/lei.

    • Perla

      Aspetterò a questo ciclo come è andata e al prossimo inizierò con clomid

    • Perla

      Buongiorno dottore con un valore basso di AMH si rischiano più aborti?
      Inoltre stamattina la tb è 36,75, ieri 36,57 e l’altro ieri 36,38, quindi forse ho ovulato ieri o al massimo l’altro ieri giusto?

    • Perla

      Dottore mi sono ricordata una cosa, alla visita di controllo a gennaio il ginecologo mi disse che dall’ecografia vedeva che avevo ancora molti follicoli. Possibile che da gennaio a settembre siano diminuiti? Poi

    • Perla

      A no dottore era gennaio dello scorso anno, infatti dall’ecografia si vedono molti follicoli. Però anche a gennaio di quest’anno mi disse che comunque avevo ancora follicoli. Non so davvero cosa pensare e fare onestamente. Avere un altro aborto mi spaventa.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Di mese in mese i follicoli diminuiscono, è inevitabile, perché ogni donna nasce già con un certo corredo di follicoli che rappresenta il suo intero patrimonio per l’intera vita (ma quello che vede il ginecologo con l’ecografia è qualcosa di leggermente differente) e con il trascorrere del tempo è altrettanto inevitabile che la qualità peggiori.

      A mio avviso dovrebbe davvero sforzarsi di affrontare la ricerca con maggior serenità, fidandosi del suo ginecologo ed evitando di andare alla ricerca di spiegazioni e numeri che in questo momento avrebbero come unica conseguenza un aumento dell’ansia.

    • Perla

      Ok grazie dottore. Comunque io da gennaio prendo inofolic che dovrebbe migliorare la qualità ovocitaria o sbaglio?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Corretto.

    • Perla

      Buongiorno dottore la tb stamattina è 36,84, ieri 36,75, l’altro ieri 36,57 quindi confermata ovulazione al 12 giorno. Io ho avuto quel giorno due rapporti uno alle 1 di notte ed un’altro verso le 23. Poi altri due 3 e 4 giorni prima. Diciamo che per il risultato dell’amh risultato un po’ basso ci spero davvero poco in una gravidanza. Ma il clomid migliora anche la qualità ovocitaria? Infatti se non dovesse andare il prossimo ciclo proverò anche con il clomid.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Non proprio, non nel seno più ampio del termine (gli ovuli disponibili sono quelli e quelli rimangono); mi raccomando, non lo assuma se non dietro prescrizione del ginecologo.

    • Perla

      Sì sì il clomid me lo ha consigliato il ginecologo. Se mi ritorna il ciclo lo contatto subito e vediamo che dosaggio mi propone.

    • Perla

      Dottore ma la terapia con clomid sarebbe una PMA?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)
    • Perla
    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Quel sito lo gestisco io… 🙂

      Premesso che dobbiamo sempre fare riferimento all’intervallo di riferimento fornito dal laboratorio dove è stata effettuata l’analisi, il suo valore è compatibile con una gravidanza naturale, diciamo solo che speravamo in un risultato un pochino più alto.

    • Perla

      Speriamo bene caro dottore perché purtroppo mio marito non vuole che io ricorra a cure (clomid). È un po’ all’antica.

    • Perla

      Buongiorno dottore lunedì farò le analisi del progesterone. Con tale analisi posso sapere la qualità dell’ovocita? Nel senso come deve essere il valore per capire se c’è stata una buona ovulazione? Oppure il valore è irrilevante? Nel senso che se è quasi al limite alto non vuol dire che l’ovulo era di buona qualità?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      La produzione di progesterone che io sappia non è correlata alla qualità dell’ovocita.

    • Perla

      Buongiorno dottore, innanzitutto buon sabato. Volevo chiederle due cose.
      1) posso effettuare l’analisi del progesterone all’8 po? Purtroppo il 7 po cade domenica e oggi il laboratorio è chiuso.
      2) l’inofolic dopo quanto fa effetti? Io lo prendo da febbraio 1 bustina al giorno mentre da fine luglio ne sto assumendo due.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      1. Direi che non abbiamo scelta, ma non dovrebbe cambiare di molto.
      2. Nel giro di 2-3 mesi.

    • Perla

      Due/tre mesi da febbraio oppure da fine luglio da quando ho iniziato ad assumere due bustine?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      2-3 da febbraio, poi diciamo che l’aumento di dose ha probabilmente raggiunto la sua piena efficacia dopo 1-2 mesi.

    • Perla

      Ok speriamo bene che abbia migliorato i miei ovuli.

    • Perla

      Buongiorno dottore e buona domenica. Sono un po’ preoccupata perché ieri al 6 po ho iniziato ad avvertire dei fastidi alla pancia tipo morsetti, poi in tarda serata quando mi sono andata a coricare ed anche adesso appena sveglia ho dei dolori al basso ventre. Non sono fortissimi. La cosa mi preoccupa perché anche a giugno quando ho avuto la biochimica al 10 po ho avuto dolori (molto più forti) e perdite ematiche lievi. Sto avendo di nuovo una biochimica? Oggi sono al 7 po.

    • Perla

      Dottore un’altra cosa, stamattina sono uscita con il cane e nel mio paese hanno pulito le strade con la creolina e l’ho respitata per 30 minuti. Eventualmente ci fosse stata una gravidanza può causare problemi?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      1. In caso di dolori forti li segnali al suo medico, ma consideri che al 7 po potrebbe non essere nemmeno ancora avvenuto l’impianto.
      2. No, non si preoccupi.

    • Perla

      No i dolori non erano forti ma a giugno al 10 po sembravano gli stessi dolori del ciclo in arrivo quindi più acuti. Un’altra cosa, domani che faccio il progesterone dai risultati si potrebbe capire qualcosa? Nel senso se fosse avvenuto l’impianto il progesterone dovrebbe essere più alto, giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      No, sarebbe troppo presto per rilevare un eventuale impianto.

    • Perla

      Buonasera dottore, dal 3 agosto sto assumendo anche supradyn magnesio e potassio che contiene anche vitamina b1 ( 2,1 mg), vitamina b6 ( 3 mg), vitamin b12 ( 9 mcg ), acido folico ( 200 mcg ) e vitamina C ( 250 mg ). Ho letto che le vitamine del gruppo B soprattutto quelle 6 e 12 aiutano la fertilità. Dopo quando tempo fanno effetto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      In assenza di carenze credo poco all’utilità dei multivitaminici, meglio puntare a frutta e verdura quotidiane.

    • Perla

      Buonasera dottore ho ritirato le analisi del progesterone e sono 15,44 valori di riferimento per la fase luteinica 1,00-20,00. Su internet ho letto che per avere una gravidanza i valori devono essere tra 16-18. Quindi posso archiviare l’idea di una gravidanza anche a questo giro. Giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      A mio avviso è perfettamente compatibile con una gravidanza.

    • Perla

      Però a gennaio avevo 18,78 e il ciclo mi è arrivato. A meno che non abbia avuto un’altra biochimica a 4+2. A febbraio non prendevo ancora tb quindi non ho la certezza del giorno di ovulazione. Però il 3/02 ho avuto clearblue positivo e rapporto la sera e il giorno 4/02 dall’ecografia si è visto che il follicolo è scoppiato. Non avendo preso la tb non so se in effetti ho ovulato il 3 oppure il 4 in mattinata. Poi nel ciclo successivi con la tb ho scoperto che la fase luteale era di 13 mentre nel ciclo di febbraio è stata di 14/15. Quindi probabile che ci sia stata una biochimica.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Dà troppa fiducia ai numeri, il corpo umano e i suoi meccanismi sono molto più complessi di così.

    • Perla

      Comunque eventualmente non ci sarà gravidanza i valori sono da ritenersi buoni giusto?

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      A mio avviso sì.

    • Perla

      Buonasera dottore ho ritirato le analisi della tiroide e del cortisolo.
      CORTISOLO 138 mattina 40-240
      TSH 1,72 eutiroidismo 0,30-4,0; ipertiroidismo subclinico 0,01-0,30; ipertiroidismo primario 7,00
      FT3 2,8 eutiroidismo 2,2-4,2; ipertiroidismo >4,2; ipotiroidismo 18,0; ipotiroidismo <8,0
      ANTICORPI ANTI-HTG 10,00 negativo fino a 60,0
      ANTICORPI ANTI-TPO 2,6 negativo fino a 30,0
      Come le vede queste analisi? Ora mi mancano solo il DEHA-S, il DELTA e l’inibina B che farò eventualmente mi verrà il ciclo al terzo giorno insieme all’estradiolo, FSH e LH. Così ho terminato tutte le analisi per la fertilità.

    • Perla

      Scusate dottore le riscrivo il risultato del TSH
      TSH 1,72 valori di riferimento
      Eurotiroidismo 0,30-4,00
      Ipertiroidismo subclinico 0,01-0,30
      Ipertiroidismo primario 7,00

    • Perla

      Non ho capito perché non mi da i valori dell’ipotiroidismo. Ve le riscrivo. TSH 1,72
      IPERTIROIDISMO SUBCLINICO 0,01-0,30
      IPERTIROIDISMO PRIMARIO 7,00

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      Tiroide perfetta.

    • Perla

      Ok. Quindi abbiamo escuso anche la tiroide. Il cortisolo invece com’è?

    • Perla

      Inoltre il valore TSH va bene per affrontare una gravidanza? Su internet ho letto che il valore deve essere tra l’1 e il 2.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      TSH invidiabile, cortisolo benissimo.

    • Perla

      Ok grazie dottore. Se torna il ciclo farò il dhea è il delta e l’inibina b al terzo giorno del ciclo così avrò fatto tutte le analisi per la fertilità. Se dovessero essere buone non so cosa potrebbe causare il non arrivo della gravidanza.

    • Perla

      Buongiorno dottore stamattina ho voluto azzardare uno stick canadese gravidanza. Appena fatto era bianco, dopo 30 minuti più o meno in controluce ho visto una linea. La stessa linea l’ho avuta anche con la biochimica di giugno però al 15/16 po mente ora sono al 12 po. Voglio aggiungere che non era proprio la prima pipì perché alle 2 di notte sono andata in bagno e lo stick lo fatto alle 5:45 più o meno. Posso sperare? Anche se ho già il solito brufolo sotto pelle che esce 1/3 giorni prima del ciclo.

    • Dr. Cimurro (laurea in Farmacia)

      No, a mio avviso il test non ha alcuna validità (sulle istruzioni è sempre riportato che un eventuale cambio di risultato nel tempo non è da considerarsi significativo).

    • Perla

      Comunque a giugno successe la stessa cosa ma il clearblue mi dava positivo 1-2 settimane. Inoltre non so se è uscita dopo 30 minuti perché dopo averlo fatto ho aspettato 3/5 minuti e poi sono scesa con il cane. Al ritorno l’ho ripreso e in controluce vedo questa linea. Comunque se non dovesse venire il ciclo lo rifaccio domenica.

Lascia un commento

  • Test di ovulazione/gravidanza scontati!
  • Poichè tengo molto a risponderti il più velocemente possibile, prima di fare una domanda ti chiedo di verificare che non sia fra quelle più comuni (clicca qui per vederle); in questo modo potrò sveltire il mio lavoro.
  • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.
  • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un ginecologo, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo specialista.
  • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.
  • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.
  • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.