I giorni fertili ed il metodo del calendario

I ragionamenti che si possono fare sul calendario sono spesso approssimativi e frutto di troppi compromessi di calcolo per potersi adattare a tutte le donne; affiancare invece questo approccio agli altri metodi (muco cervicale e temperatura basale su tutti) può permettere una più corretta previsione dei giorni fertili.

Raccomando quindi di usare il seguente calcolatore come indicazione di massima, ma ricordo che una delle strategie più proficue per cercare di rimanere incinta è avere 3-4 rapporti alla settimana indipendentemente da calcoli o previsioni.

Istruzioni

  1. Inserire nelle caselle di testo le date degli ultimi due flussi mestruali (il giorno di inizio) e, per una maggior precisione, inserire anche le date di inizio dei precedenti 4 cicli mestruali (cliccando su "Aggiungi Data" per far comparire le altre caselle di testo).
  2. Cliccare su "Clicca qui per trovare i prossimi giorni fertili".
  3. Ad ogni data (prima colonna) viene associata una probabilità percentuale relativa che il giorno sia fertile, si sottolinea tuttavia che si dà per scontata una fase luteale di 14 giorni (e non per tutte le donne è così).
  1. Data:
  2. Data:
  3. Aggiungi data


Clicca qui per trovare i prossimi giorni fertili

Che cos’è il periodo fertile?

Una buona definizione di periodo fertile è quella di intervallo di sei giorni che terminano con il giorno dell’ovulazione.

Più nel dettaglio, i rapporti hanno la massima probabilità di trasformarsi in concepimento se si verificano nell’intervallo di tre giorni che termina con quello dell’ovulazione, questo è stato dimostrato nel 1995 da un interessante studio (Timing of Sexual Intercourse in Relation to Ovulation) che ha coinvolto 221 donne presumibilmente fertili: la fecondabilità massima è stata osservata nei rapporti che si sono verificati entro 2 giorni dall’ovulazione.

Una seconda ricerca (Changes with age in the level and duration of fertility in the menstrual cycle) su 770 coppie che usavano i metodi naturali è giunta alla stessa conclusione, per quanto concerne la relazione tra il momento del rapporto e la probabilità di concepimento. Nel corso dell’intervallo di osservazione, 647 coppie hanno avuto rapporti almeno una volta nella finestra fertile di 10 giorni e sono state registrate 433 gravidanze. La maggior parte delle gravidanze ha avuto origine da un rapporto avvenuto nella finestra di 6 giorni dall’ovulazione e la fecondità della donna era massima quando il rapporto è avvenuto nella finestra di 2 giorni dall’ovulazione.

In un terzo studio sui metodi di pianificazione famigliare (Day-specific probabilities of clinical pregnancy based on two studies with imperfect measures of ovulation) i ricercatori hanno combinato i dati ottenuti da due diversi gruppi: il primo usava il controllo della temperatura basale, mentre il secondo usava i test di ovulazione per determinare il momento presunto dell’ovulazione; la conclusione è stata sempre la stessa, i più importanti giorni fertili corrispondevano a due giorni dall’ovulazione e la probabilità di concepimento diminuiva considerevolmente nel giorno della presunta ovulazione.

L’età della donna generalmente non influisce né sulla durata né sul giorno d’inizio del periodo fertile, ma la probabilità di successo diminuisce quando si invecchia.

E’ quindi assolutamente chiaro che avere rapporti nei giorni giusti è fondamentale, ma come fare per individuarli?

Secondo le ricerche più recenti, i giorni fertili possono essere stimati analizzando

Riuscire a predire con ragionevole sicurezza l’ovulazione è molto difficile anche applicando tutti i metodi attualmente a disposizione, quindi per aumentare la probabilità di concepimento un metodo piuttosto sicuro è semplicemente quello di  aumentare la frequenza dei rapporti, già a partire dalla fine del ciclo.

A cura del Dr. Guido Cimurro, autore del libro "Scintilla di Vita - Cercare una gravidanza e rimanere incinta in modo naturale"

Clicca qui per ulteriori informazioni sul libro

Copertina del libro 'Scintilla di Vita'
Dopo aver risposto su FarmacoeCura.it a migliaia di domande su come aumentare la probabilità di rimanere incinta, ho deciso di raccogliere tutto quello che serve conoscere, più qualche consiglio poco conosciuto, in questo libro.

Dove posso comprarlo?

Nel testo non ci sono trucchi segreti, ma finalmente troverai in un'unica fonte, senza più dover saltare da un sito all'altro, la risposta a tutte le tue domande; ti parlerò infatti di
  • Come prepararti ad una gravidanza sicura, per non mettere a rischio la tua salute e quella del tuo cucciolo quando sarai finalmente incinta;
  • Come avviene, in modo molto semplificato, la fecondazione, per farti capire meglio cosa e dove possiamo agire per aumentare le possibilità di gravidanza;
  • Come riconoscere i giorni fertili (non solo muco cervicale e temperatura basale, ma anche tanti altri segnali che il tuo corpo potrebbe manifestare per indicarti quali sono i giorni in cui concentrare i rapporti);
  • Come e quando avere rapporti, cercando di capire in base agli studi scientifici disponibili
    • da quando avere rapporti,
    • ogni quanto avere rapporti,
    • fin quando avere rapporti,
    • in che posizione averli (conta davvero?),
    • l'importanza dei preliminari e delle coccole dopo il rapporto;
  • Come puoi aumentare davvero, dati alla mano, le tue possibilità di diventare mamma modificando il tuo stile di vita (per esempio, lo sapevi che 1-2 bicchieri di latte intero al giorno possono facilitare l'ovulazione?);
  • Cosa puoi fare se soffri di ovaio policistico;
  • Cosa può fare l'uomo per migliorare la qualità dello sperma;
  • Influenzare la scelta della Natura relativamente al sesso del tuo/a bambino/a (è realmente possibile? A mio parere no, ma qualcuno la pensa diversamente);
  • Come capire se sei incinta.
Attenzione, non ti prometto una formula segreta per rimanere incinta al 100%, ma farò il possibile per spiegarti tutto quello che vale davvero la pena conoscere e sapere per non lasciare nulla di intentato per rimanere incinta velocemente e senza farmaci od altre tecniche invasive.

Dove posso comprarlo?

16.585 pensieri su “I giorni fertili ed il metodo del calendario

  1. Simona

    Salve Dottore,
    la ringrazio fin da subito per le informazioni che potrà darmi. Le ho già scritto in passato e mi ha aiutata molto a schiarirmi le idee. In sintesi: Ho 44 anni, sono rimasta incinta a 40 naturalmente ma non sapevo di essere ipertiroidea e quindi la gravidanza si è interrotta alla settima settimana. Presa dall’ansia dell’età ho iniziato con la fecondazione assistita e qui a volte la sfortuna (blastociste sana alla diagnosi genetica che non ha attecchito) e spesso l’età (6 blastocisti risultate non sane alla diagnosi genetica) non mi ha permesso di diventare madre. Ne ho fatte 7 e a gennaio ho smesso. Mi è stata consigliata l’eterologa ma ancora non sono riuscita ad accettare l’idea nonostante ho diverse amiche che hanno coronato il loro sogno attraverso l’ovocita di un’altra donna e nonostante siano felicissime, ma io ancora non ci riesco. Ovviamente sto provando naturalmente (la mia riserva ovarica lo scorso anno era ancora buona) e sto utilizzando il clearblue per monitorare l’ovulazione. Per diversi mesi la faccina sorridente è comparsa al tredicesimo giorno del ciclo per scomparire il giorno successivo con una fase luteale tra i 10 e i 12 giorni (non è fissa perché quando mi sono accorta che si era accorciata ho iniziato gli ovuli di progeffik 100 dal dodicesimo giorno del ciclo). Negli ultimi due cicli la faccina sorridente è comparsa all’undicesimo giorno del ciclo per scomparire sempre il giorno successivo. Vorrei quindi capire se questo arrivare dell’ovulazione in anticipo è per via dell’età e se quindi vuol dire che mi sto avvicinando alla menopausa. Se anche ovulare prima può essere di ostacolo per una eventuale gravidanza naturale (follicoli che maturano troppo in fretta o non arrivano a maturazione) e se tutto questo che le ho detto può compromettere un’eventuale eterologa. Il fatto è che ho bisogno ancora di tempo per pensarci e ho paura che questo tempo stia scadendo anche per questa possibilità. Mi scuso per la lunghezza del messaggio e per tutte queste domande, ma ho un misto di confusione, ansia e paura e leggere su internet notizia sparse mi aiuta solamente ad accentuare il tutto. La ringrazio infinitamente.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Con gli anni è normale che il ciclo possa cambiare, ma il fatto che abbia anticipato di 1-2 giorni non è indicativo di menopausa imminente.
      2. 10-11 giorni di fase follicolare sono in genere considerati adeguati per una ricerca naturale.
      3. Questi fattori non inciderebbero su un’eterologa, che tuttavia come la gravidanza naturale può risentire dell’età.

    • Simona

      La ringrazio di cuore e le auguro una buona giornata

  2. Ely

    Buon pomeriggio .volevo un informazione,io l ultimo ciclo lo avuto il 28 agosto e il primo giorno di ciclo ho preso la pillola anticoncezionale poi lo dimenticata del tutto in quei giorni ho avuto rapporti liberi e quanto mi sn accorta ke nn ho preso più la pillola anticoncezionale e notato ke ho avuto un rapporto nel giorno fertile sn Andata in farmacia a comprare la pillola dei 5 giorni e lo presa,però in qst giorni ho avuto dolori e mal di schiena e mal di pancia forte tipo ke mi stava arrivando il ciclo,ineffetti a me ieri cioè 25 settembre doveva arrivare il ciclo ma nn mi è arrivato Anke se ho mal di schiena forte ma niente,neanke oggi e arrivato,ho fatto qualche danno cioè ora il ciclo non mi viene più del tutto come mi devo comportare ke devo fare?per favore mi aiuti non so cosa Pensare e come mi devo comportare..perché nn posso neanche dormire cn qst pensiero enorme mi viene Anke da piangere,stavo prendendo la pillola x stare sicura e tranquilla sopratutto xke sto lavorando e per adesso non si può..cmq mi dica lei ke devo fare?ora esempio mi fa male la schiena e mal di testa e mi viene un Po di rimettere..E normale?Non lo so devo fare ugualmente il test di gravidanza?oppure aspetto?grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Innanzi tutto raccomando di fare il punto con il suo medico o con il suo ginecologo.
      2. Un test di gravidanza va sicuramente fatto, adesso e poi eventualmente ripetuto a 19-20 giorni dall’ultimo rapporto non protetto.

    • Ely

      Allora io ho comprato già il test di gravidanza lo posso fare Anke oggi pomeriggio ho domani mattina?ma solo un informazione ma la pillola fa ritardatare il ciclo così?grazie

    • Ely

      Ma se nn mi viene il ciclo in questi giorni e il problema della pillola?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Può farlo anche di pomeriggio, ma prima trattenga l’urina per qualche ora.
      2. Pillola interrotta e pillola dei 5 giorni dopo possono essere causa di ritardi.
      3. Ovviamente non possiamo escludere una gravidanza.

    • Ely

      Ok ma ritornerà questo ciclo oppure non ritorna più?cioè nn succede niente con le pillole anticoncezionale e la pillola dei 5 giorni giusto?fa solo ritardare giusto..il ritardo quanto può essere?Ma e normale ke ho mal di testa mal di schiena e mi fa male sotto la pancia tipo ke mi sta arrivando in ciclo,ma questi dolori ce li ho da 1 settimana circa invece mi viene da rimettere da 3 giorni e normale ke la pillola dei 5 giorni fa sentire così male?

    • Ely

      Io sn Andata in bagno 1 ora fa..alle 17:00 massimo 17;30 lo faccio il test se positivo il risultato me lo da subito se esce negativo ke faccio?grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Pericoli particolari legati all’assunzione della pillola dei 5 giorni dopo non ce ne sono.
      3. Aspetti almeno 5-6 ore prima di fare il test.
      2. Come anticipato nel primo intervento l’unica cosa che posso consigliarle è di sentire il ginecologo, purtroppo io per motivi di responsabilità non posso consigliarle nulla.

    • Ely

      Va bene aspetto 5 o 6 ore..xò volevo solo sapere se la pillola dei 5 giorni dopo porta conseguenze oppure no?L ultima cosa ma la pillola dei 5 giorni dopo e normale ke mi fa ritardare il ciclo?ho solo questo volevo sapere cmq la mia ginecologa gli ho mandato un msg xke è in ferie quanto torna mi faccio una visita..Ma nel fratempo mi informo se giusto il ritardo oppure no..Ma se dovrei essere incinta cosa succede ke ho preso la pillola dei 5 giorni dopo?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No, in genere non causa alcuna complicazione (salvo appunto una possibile alterazione TEMPORANEA del ciclo).
      2. Se dovesse essere incinta la pillola non causerebbe alcun problema.

    • Ely

      Ok..ma allora e normale ke il ciclo non mi e arrivato puntuale?E la pillola dei 5 giorni dopo oppure doveva arrivare puntuale?grazie

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Come detto sopra è uno dei possibili effetti indesiderati.

    • Ely

      Ok e stato molto di aiuto grazie mille Buon pomeriggio

    • Ely

      Ho fatto il test è negativo..vuol dire che la pillola me lo fa ritardare il ciclo?

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      È possibile.

  3. Anonimo

    Salve dottore le volevo chiedere in informazione siccome sono in attesa di 6settimane e una mia parente ha scoperto di avere l epatite io non vivo con lei però spesso mangio a casa sua o vado in bagno..mi devo preoccupare?

  4. Anonimo
  5. Lela
    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Impossibile quantificare con precisione, dipende da fattori come allattamento esclusivo/integrazione, età del bimbo, …

    • Anonimo

      Il bambino a 6 mesi e nn ho ancora avuto il ciclo!!!

    • Anonimo

      Io allato al seno e li do anche quello artificiale perché da quando è nato nn li bastava il latte

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Come detto prima è impossibile quantificare, ma è sicuramente possibile una gravidanza se non vengono prese misure contraccettive adeguate.

  6. Luisella

    Dottore le ripropongo la domanda..gentilmente vorrei sapere quando fare il test e se devo attendere ancora con un ciclo di 25/26 giorni ultimo ciclo 17settembre e rapporto a rischio 1ottobre..ma la cosa che temo di più è per un rx del torace per alcuni accertamenti e quindi questa cosa mi preoccupa..

  7. Elens

    Buongiorno, questo mese ho avuto una situazionr strana ovvero la temperatura basale è scesa tra il 10 e l”11 giorno del ciclo e il muco filante c’è stato il 16 giorno. A 22 giorni sono comparse macchioline e pian piano son0 divenute rosse ma credo sia il ciclo. Mi chiedevo come è possibile avere la temperatura basale e il muco fertile da ovulazione con una settimana di distanza. In caso, chi vince? La temperatura o il muco? Grazie per la delucidazione

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Le chiedo gentilmente di riportarmi tutti i valori di temperatura, uno per riga.

    • Anonimo

      1giorno:35,9; 2giorno:36,3; 3giorno:35,9; 4giorno:35,9; 5giorno:35,9; 6giorno:36,1; 7giorno:35,7; 8giorno:35,9; 9giorno:35,9; 10giorno:35,4; 11giorno:35,4; 12giorno:36,1; 13giorno:36,1; 14giorno:35,9; 15giorno:35,9; 16giorno:36; 17giorno:36,1; 18giorno:36,1; 19giorno:36,1; 20giorno: 36,1; 21giorno:36,1; 22giorno:36,1; 23giorno:36,1; 24giorno: 36,1; 25giorno:36,1; 26giorno:36,3; 27giorno:36,3:.

      Al 26 giorno spotting e 27 mestruazioni.
      Grazie.

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      I valori di temperatura sembrano un po’ troppo ballerini per essere considerati affidabili, non si vede con certezza il tipico aumento post-ovulazione (12° giorno?).

    • Anonimo

      Si vero, però se dovessi considerare il muco filante avvenuto al sedicesimo giorno teoricamente le mestruazioni sarebbero dovute arrivare in ritardo per lo meno intorno al trentesimo giorno, giusto? Non mi spiego invece questo anticipo. Significherebbe che tra l’ovulazione e l’inizio del nuovo ciclo sia passata solo una settimana. Questo è possibile? Dall’articolo si stabilisce che quando il muco è filante allora la donna è in prossimità dell’ovulazione ed è proprio l’elasticità che permette agli spermatozoi di facilitare il “passaggio”. Ma se invece avesse ragione la temperatura basale allora gli unici 2 valori bassi sono al decimo e all’undicesimo e sono passati 14-15 giorni quindi è plausibile. Però la discordanza tra i 2 eventi rimane e così non riesco a capire il mio corpo. Grazie mille per le risposte

    • Dr. Cimurro (farmacista)

      Corretti tutti i suoi ragionamenti, purtroppo il dubbio resta.
      Può (più o meno occasionalmente) capitare un ciclo con fase luteale breve (dall’ovulazione alla mestruazione).

Lascia un commento

  • Test di ovulazione/gravidanza scontati!
  • Poichè tengo molto a risponderti il più velocemente possibile, prima di fare una domanda ti chiedo di verificare che non sia fra quelle più comuni (clicca qui per vederle); in questo modo potrò sveltire il mio lavoro.
  • La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.
  • Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un ginecologo, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo specialista.
  • Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.
  • Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.
  • Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.